Posts Tagged ‘invio dei discepoli

22
mar
13

GESÙ E SEMPRE CON NOI. Itinerario pasquale per bambini

Gesù è sempre con noi presenta ai bambini, gli episodi evangelici in cui viene resa testimonianza della risurrezione del Signore. A testimoniarla sono i suoi amici: le donne, i due discepoli diretti a Emmaus, tutti i discepoli. Tre video accompagnano la catechesi.


La tomba vuota La tomba vuota I discepoli di Emmaus L'invio dei discepoli Gesù è sempre con noi. Introduzione I discepoli di Emmaus L'invio dei discepoli
 
Contenuti e utilizzazione
La risurrezione di Gesù è il fondamento della fede cristiana. Dice S. Paolo: «Se Cristo non è risuscitato, allora è vana la nostra predicazione ed è vana anche la nostra fede» (1 Cor 15,14).
 
I video Gesù è sempre con noi presentano gli episodi evangelici in cui viene resa testimonianza della risurrezione del Signore.
A testimoniarla sono i suoi amici:
- le donne che scoprono il sepolcro vuoto e ricevono dagli angeli l’annuncio che Gesù è vivo;
- i due discepoli diretti a Emmaus, che dopo aver ascoltato dal loro compagno di viaggio la spiegazione delle Scritture, riconoscono in lui il Signore «allo spezzare del pane»;
- tutti i discepoli che sul lago, nel cenacolo, sul monte di Galilea ricevono da Gesù il mandato «Andate…» , e la promessa «lo sono con voi…».
Le testimonianze della risurrezione di Gesù sono proposte in tre unità dal titolo:
La tomba vuota (Perché cercate tra i morti colui che è vivo?)
Luca 24,1-9
 
I discepoli di Emmaus (Resta con noi, si fa sera)
Luca 24,13-35
 
L’invio dei discepoli (Andate in tutto il mondo)
Matteo 28,16-20
 
I video possono essere proposti nel periodo pasquale e nei momenti previsti dall’itinerario di iniziazione cristiana.
Introduzione biblica
Il significato teologico della risurrezione
La vita di Gesù non si è conclusa con la morte. Gesù è vivo, presente oggi nella sua Chiesa, anche se non percepibile con i sensi. La risurrezione di Gesù non significa che egli è ritornato nelle condizioni della vita precedente, come è avvenuto per alcune perso­ne risuscitate: la figlia di Giairo, il figlio della vedova di Nain, Lazzaro.
Con la sua risurrezione Gesù entra in una nuova vita per non morire più. Il modo in cui è descritto nelle apparizioni, vuol far capire che si tratta dello stesso Gesù di Nazaret, che però è entrato in un nuovo stato di vita. Quando gli evangelisti dicono che Gesù ha man­giato e si è fatto toccare, vogliono dimostrare che non si tratta di un fantasma, ma di una realtà; il corpo risorto non è più quello di prima ma, secondo l’espressione di Paolo, è un corpo spirituale (cf 1Cor 15,44-49), cioè un corpo animato dallo Spirito. I racconti pasquali degli evangelisti vogliono annunciare questo mistero.
 
L’esperienza degli apostoli chiamati a essere testimoni della risurrezione si concretiz­za nelle apparizioni Gesù però non è immediatamente riconoscibi­le, si manifesta improvvisamente, per un certo periodo di tempo, dopo il quale la sua presenza deve essere percepita solo per mezzo della fede.
Non dobbiamo, quindi, cerca­re nei racconti pasquali una cronaca degli avvenimenti, ma il messaggio che viene espres­so attraverso questi racconti che non sono invenzioni, né miti, ma esperienze reali.
 
Per indicare che l’esperienza è oggettiva e non una suggestione soggettiva, come alcu­ni hanno interpretato, gli evangelisti mostrano che è sempre Gesù a prendere l’iniziativa: egli appare e si fa riconoscere quando vuole. Questo riconoscimento di Gesù vivo è la disponibilità alla fede che è sempre dono di Dio.
Notiamo che in tutte le apparizioni si verifica sempre un atto di dubbio rimproverato da Gesù (cf Mt 28,17; Mc 16,11.13-14; Lc 24,37.41) e che Giovanni personifica nell’apo­stolo Tommaso (cf Gv 20,25-29).
 
Vi è poi la missione affidata da Gesù agli apostoli. L espressa in vari modi e indica che essi sono chiamati a perpetuare nei secoli la missione stessa di Gesù, assicurati dalla sua presenza e dall’invio dello Spirito. E attraverso questa testimonianza che noi oggi sia­mo chiamati a vivere la fede nel risorto.

 
vai ai testi completi e video
>>> La tomba vuota
è un progetto paoline.it



La bella notizia

  • La Famiglia Paolina in Aula Paolo VI in attesa di Papa Francesco. Un grande dono per tutti in questo centenario... fb.me/3rdMxAWRd 1 day ago

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

La SALVAGUARDIA del CREATO

Crescere, ringraziare, amare, custodire il creato

PAOLO VI: Elogio dei missionari del Vangelo

Calendario

novembre: 2014
L M M G V S D
« ott    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Unisciti agli altri 2.093 follower

da Instagram

Una tranquilla domenica pomeriggio Domenica pomeriggio lungo i Fori Romani Fine della passeggiata di "una turista per caso"...
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 187,655 hits

Comunità

Blog che seguo


La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

...Semplicemente insieme...

L’amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà.

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

Skay : viaggio verso cieli limpidi

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.093 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: