Posts Tagged ‘invio dei discepoli

22
mar
13

GESÙ E SEMPRE CON NOI. Itinerario pasquale per bambini

Gesù è sempre con noi presenta ai bambini, gli episodi evangelici in cui viene resa testimonianza della risurrezione del Signore. A testimoniarla sono i suoi amici: le donne, i due discepoli diretti a Emmaus, tutti i discepoli. Tre video accompagnano la catechesi.


La tomba vuota La tomba vuota I discepoli di Emmaus L'invio dei discepoli Gesù è sempre con noi. Introduzione I discepoli di Emmaus L'invio dei discepoli
 
Contenuti e utilizzazione
La risurrezione di Gesù è il fondamento della fede cristiana. Dice S. Paolo: «Se Cristo non è risuscitato, allora è vana la nostra predicazione ed è vana anche la nostra fede» (1 Cor 15,14).
 
I video Gesù è sempre con noi presentano gli episodi evangelici in cui viene resa testimonianza della risurrezione del Signore.
A testimoniarla sono i suoi amici:
- le donne che scoprono il sepolcro vuoto e ricevono dagli angeli l’annuncio che Gesù è vivo;
- i due discepoli diretti a Emmaus, che dopo aver ascoltato dal loro compagno di viaggio la spiegazione delle Scritture, riconoscono in lui il Signore «allo spezzare del pane»;
- tutti i discepoli che sul lago, nel cenacolo, sul monte di Galilea ricevono da Gesù il mandato «Andate…» , e la promessa «lo sono con voi…».
Le testimonianze della risurrezione di Gesù sono proposte in tre unità dal titolo:
La tomba vuota (Perché cercate tra i morti colui che è vivo?)
Luca 24,1-9
 
I discepoli di Emmaus (Resta con noi, si fa sera)
Luca 24,13-35
 
L’invio dei discepoli (Andate in tutto il mondo)
Matteo 28,16-20
 
I video possono essere proposti nel periodo pasquale e nei momenti previsti dall’itinerario di iniziazione cristiana.
Introduzione biblica
Il significato teologico della risurrezione
La vita di Gesù non si è conclusa con la morte. Gesù è vivo, presente oggi nella sua Chiesa, anche se non percepibile con i sensi. La risurrezione di Gesù non significa che egli è ritornato nelle condizioni della vita precedente, come è avvenuto per alcune perso­ne risuscitate: la figlia di Giairo, il figlio della vedova di Nain, Lazzaro.
Con la sua risurrezione Gesù entra in una nuova vita per non morire più. Il modo in cui è descritto nelle apparizioni, vuol far capire che si tratta dello stesso Gesù di Nazaret, che però è entrato in un nuovo stato di vita. Quando gli evangelisti dicono che Gesù ha man­giato e si è fatto toccare, vogliono dimostrare che non si tratta di un fantasma, ma di una realtà; il corpo risorto non è più quello di prima ma, secondo l’espressione di Paolo, è un corpo spirituale (cf 1Cor 15,44-49), cioè un corpo animato dallo Spirito. I racconti pasquali degli evangelisti vogliono annunciare questo mistero.
 
L’esperienza degli apostoli chiamati a essere testimoni della risurrezione si concretiz­za nelle apparizioni Gesù però non è immediatamente riconoscibi­le, si manifesta improvvisamente, per un certo periodo di tempo, dopo il quale la sua presenza deve essere percepita solo per mezzo della fede.
Non dobbiamo, quindi, cerca­re nei racconti pasquali una cronaca degli avvenimenti, ma il messaggio che viene espres­so attraverso questi racconti che non sono invenzioni, né miti, ma esperienze reali.
 
Per indicare che l’esperienza è oggettiva e non una suggestione soggettiva, come alcu­ni hanno interpretato, gli evangelisti mostrano che è sempre Gesù a prendere l’iniziativa: egli appare e si fa riconoscere quando vuole. Questo riconoscimento di Gesù vivo è la disponibilità alla fede che è sempre dono di Dio.
Notiamo che in tutte le apparizioni si verifica sempre un atto di dubbio rimproverato da Gesù (cf Mt 28,17; Mc 16,11.13-14; Lc 24,37.41) e che Giovanni personifica nell’apo­stolo Tommaso (cf Gv 20,25-29).
 
Vi è poi la missione affidata da Gesù agli apostoli. L espressa in vari modi e indica che essi sono chiamati a perpetuare nei secoli la missione stessa di Gesù, assicurati dalla sua presenza e dall’invio dello Spirito. E attraverso questa testimonianza che noi oggi sia­mo chiamati a vivere la fede nel risorto.

 
vai ai testi completi e video
>>> La tomba vuota
è un progetto paoline.it



Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

La SALVAGUARDIA del CREATO

Crescere, ringraziare, amare, custodire il creato

PAOLO VI: Elogio dei missionari del Vangelo

Calendario

dicembre: 2014
L M M G V S D
« nov    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Unisciti agli altri 2.095 follower

da Instagram

Alcuni frutti del Banco Editoriale Paoline della sede di Roma. Libri che vanno ai Bambini della Fiagob Ancora Banco Editoriale Paoline nella sede di Roma Banco editoriale Paoline nella sede apostolica di Roma Il Colosseo e il suo albero di Natale
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 191,278 hits

Comunità

Blog che seguo


La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

...Semplicemente insieme...

L’amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà.

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

Skay : viaggio verso cieli limpidi

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.095 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: