Vivere il proprio sogno o sognare la propria vita…


“Ciò che siete in grado di sognare,
siete in grado di fare”.
Walt Disney


Tramonto - Venetico (ME)Dovremmo sempre riflettere
su questa alternativa fondamentale:
vivere il proprio sogno o sognare la propria vita…
Troppo spesso il sogno è concepito come un anelito virtuale,
mentre invece si può trasformare in irresistibile forza creatrice. Occorre indubbiamente fare la distinzione
tra fantasticheria (che è platonica),
fantasticaggine (che è sterile) e ideale (che è fecondo).

Quando un sogno è animato da energia, perseveranza, «tensione verso»,
allora non può che magnificare la realtà,
accrescerne la pienezza e donare frutti gustosi.
Camus sosteneva che «l’uomo in se stesso non è nulla. Non è che infinita casualità.
Egli però è il responsabile infinito di tale casualità».
Ricordiamoci che tutto ciò che in questo mondo ha contribuito ad accrescere la bellezza,
la fraternità, la conoscenza, è stato fatto in nome di un sogno.
E se la vita merita di essere vissuta, se il mondo merita di essere amato,
è perché noi abbiamo la capacità di renderli magnificamente vitali…
attraverso la potenza dei nostri sogni!
Abbiate il coraggio di mettere in pratica i vostri sogni,
come ha detto bene Armand Lanoux:
«I sogni sono fatti per essere realizzati, basta un po’ di determinazione»…
F. Garagnon, Terapia per l’anima, Paoline, 2010

Annunci

Un pensiero su “Vivere il proprio sogno o sognare la propria vita…

  1. Assolutamente vero…i sogni sono fondamentali per darci una direzione, per spingerci a creare la nostra vita così come la desideriamo…per credere in noi stessi…sempre!
    Ciao Eleonora, buona giornata

I commenti sono chiusi.