Beatitudini. Tracce per un mondo nuovo (Mt 5,1-12)


beatidutini, di Marcello Silvestri

 

Se voi cercate la tranquillità, non pregate.
Gesù il Cristo sulla vostra fronte e nel vostro cuore
iscriverà strane idee.
Le inciderà sulle vostre mani,
e sarà la fine della vostra pace…


Beati noi

Il discorso della montagna inizia con le Beatitudini (Mt 5,1-10), Otto affermazioni che, se prese sul serio, ribaltano le nostre prospettive, sconvolgono le nostre (poche) certezze. Gesù indica apoditticamente in cosa consiste la felicità, il senso della vita, la piena realizzazione. Era l’ora, finalmente! Ma ad una prima lettura si resta spiazzati da ciò che riporta Matteo.

Gesù sembra esaltare la povertà, il pianto, la rassegnazione, la persecuzione…

Ma come? Gesù conferma la terribile impressione che danno molti cristiani di essere delle anime sofferenti e piagnucolose? Gesù avvalora l’idea della vita come di una concatenazione di disgrazie e di un cristianesimo dolorante e crocefisso? Torniamo al cliché del cristianesimo come religione che esalta la sofferenza come strumento di espiazione?

No, fidatevi. Gesù propone, in realtà, un’autentica rivoluzione interiore.

 

 

Vodpod videos no longer available.

Annunci