Il coraggio di rischiare… avventurarci verso il largo


«Nella vita c’è una cosa peggiore
del non essere riusciti,
è il non avere tentato ».
Franklin Delano Roosevelt

IMG_8490Chi non ha vissuto nella propria vita un momento in cui
«il coraggio di rischiare» non gli sia sembrata
una necessità imperiosa?
Che sia in occasione di una sfida professionale,
di un incontro amoroso,
nella folle ambizione
di modificare qualche aspetto imperfetto di questo mondo,
nel desiderio di creare,
di andare incontro agli altri o ai propri sogni,
tutto accade come se una ventata incontenibile
scaraventasse la nostra imbarcazione verso il largo.

L’avventura della vita
è in questa folle scommessa,
decisa talvolta in un istante,
e per compiere la quale servirà forse tutta una vita.
Bisogna tentare, lanciarsi nell’avventura, impegnarsi:
questa è la nostra dignità di esseri umani.
In effetti non c’è nulla di peggio del peccato di omissione,
questo rifiuto dell’impegno,
questo modo di restare in disparte,
mantenere le distanze,
di preferire sottrarsi piuttosto che affrontare il rischio di fallire.
Sì:
non c’è atteggiamento più pietoso
del restare ancorati al porto
quando ci viene offerto
di avventurarci verso il largo.
F: Garagnon, Terapia per l’anima, Paoline.it

Annunci

Un pensiero su “Il coraggio di rischiare… avventurarci verso il largo

  1. Direi che queste parole rispecchiano completamente il mio modo di intendere la vita; ho notato, purtroppo, che è un’impresa ardua trasmettere questo “atteggiamento” a chi ha sempre paura di rischiare e di sbagliare e per questo resta sempre immobile in attesa di sprofondare lentamente nelle personali sabbie mobili.

    Un saluto

I commenti sono chiusi.