Della razza di Dio: l’uomo


Credo che l’uomo è insignificante.
La polvere è il suo destino.
La sua mano si leva verso le stelle
ma egli resta impantanato
nei fossi ai margini delle strade.

Non credo in un mondo nuovo.
Mi accontenterò della mia terra, e le sue gioie
colmeranno il mio desiderio.
Mi rifiuto di credere
in un mondo che deve venire,
ove tutti gli errori saranno riparati.
Preferisco la bestemmia oggi
al rifiuto dorato di domani.

bacio-del-soleIo dico che l’uomo è prezioso.
I suoi legami sono fragili.
Ma l’infinito
scorre nel suo sangue
.
E’ della razza di Dio!
Credo che un altro mondo verrà,
ove i miei limiti seccheranno
al gran sole di Dio
e i sogni degli uomini saranno
a portata delle loro mani,
ove Dio starà davanti ai miei occhi.
L’avvenire non è il mio rifugio.
La mia carne e il mio sangue urlano
perché con i miei fratelli
faccio venire alla luce fin da ora
i lineamenti del mondo nuovo.
C. Singer, Pregare, Paoline

Annunci