La parola “seguimi”


tu_seguimi72Signore,
questa parola, seguimi,
tu l’hai detta anche a noi in questi giorni
e deve essere veramente l’ultima tua parola.
E’ parola
che abbiamo già ascoltato, Gesù,
alla quale altre volte abbiamo risposto di,
ma tu la ripronunci come parola per l’oggi,
per indicarci quella sequela,
quel modo di seguirti,
quel modo di aderire alla tua volontà,
di imitarti,
che tu vedi urgente per me adesso,
che tu vedi urgente per la nostra Chiesa oggi.

Donaci, Signore,
di ascoltare la risonanza sconvolgente
di questa parola, seguimi,
che tu dici a ogni uomo e a ogni donna
che apre l’orecchio al tuo vangelo.
Donaci di tradurla in opere di imitazione di te,
che siano opere vere.
Card. Carlo Maria Martini

Annunci