Maria donna del riposo… liberaci dall’affanno (tonino Bello)


bello2Santa Maria, donna del riposo,
vogliamo pregarti per coloro che annunciano il Vangelo.
Qualche volta li vediamo stanchi e sfiduciati,
e sembrano dire come san Pietro:
«Abbiamo faticato tutta la notte, ma non abbiamo preso nulla».
Ebbene, fermali quando la generosità pastorale li porta
a trascurare la loro stessa persona.
Richiamali al dovere del riposo.
Allontanali dalla frenesia dell’azione.
Aiutali a dormire tranquilli.
Non indurli nella tentazione di ridurre le quote minime di sonno,
neppure per la causa del Regno.
Perché lo stress apostolico non è un incenso gradito al cospetto di Dio.

Santa Maria, donna del riposo,
donaci il gusto della domenica.
Facci riscoprire la gioia antica
di fermarci sul sagrato della chiesa,
e conversare con gli amici senza guardare l’orologio.
Frena le nostre sfibranti tabelle di marcia.
Tienici lontani dall’agitazione di chi è in lotta perenne col tempo.
Liberaci dall’affanno delle cose.
Persuadici che fermarsi sotto la tenda, per ripensare la rotta,
vale molto di più che coprire logoranti percorsi senza traguardo.
Ma, soprattutto,
facci capire che se il segreto del riposo fisico
sta nelle pause settimanali o nelle ferie annuali che ci concediamo,
il segreto della pace interiore sta nel saper perdere tempo con Dio.
Lui ne perde tanto con noi.
E anche tu ne perdi tanto.
Perciò, anche se facciamo tardi,
attendici sempre la sera, sull’uscio di casa,
al termine del nostro andare dissennato.
E se non troviamo altri guanciali per poggiare il capo,
offrici la tua spalla su cui placare la nostra stanchezza,
e dormire finalmente tranquilli
Don Tonino Bello

Annunci