Il tuo corpo, Signore


06Il tuo corpo, Signore, è fatto di carne e di sangue.
Le tue le braccia sono quelle muscolose
dei minatori che frugano la terra
in cerca di speranza;
le tue mani sono quelle
degli uomini del mare;
le tue gambe sono quelle immobili
di chi non cammina più.
I tuoi piedi sono quelli screpolati
di chi attraversa il deserto
per fuggire dalla guerra.
I tuoi capelli, Signore,
sono quelli delle donne
imprigionate in un velo;
i tuoi occhi sono quelli stanchi
di chi sta per cedere sotto il peso della vita.
Il tuo naso è quello rotto
dai pugni dell’aguzzino.
Le tue orecchie sono quelle
di chi non sente il vento.
La tua bocca, Signore,
ha le labbra inaridite dalla sete
e i denti gialli di coca masticata
per tirare avanti ancora un giorno.
Il tuo seno, Signore,
è quello della madre
che allatta figli troppo affamati.
Le tue vene, Signore, sono quelle
bucate da aspre medicine.
Questo è il tuo corpo, Signore.
E molto altro ancora.
Il tuo corpo, Signore, fatica e si ammala,
rabbrividisce e si riposa.
Il tuo corpo, Signore, è salute e malattia,
è deformità e bellezza.
Il tuo corpo, Signore, ha il sapore di pane,
ha il calore di chi mi abbraccia.
Il tuo corpo, Signore,
è quello di un bambino mai nato,
di un vecchio cestinato,
di una donna derubata.
Il tuo corpo, Signore,
è il corpo dei miei fratelli
e delle mie sorelle.
Del più piccolo tra noi.
Dalla più piccola tra noi.
Emily Shenker

Annunci