Dall’importante all’essenziale


pellegrinoPadre,
ascoltando ciò che abita il mio cuore
mi nascono sentimenti di lode,
di profonda gratitudine
per avermi chiamata
e voluta come pellegrina.
È con gioia che contemplo
ciò che in questi giorni
mi hai donato di intuire:
mi hai fatto fare un salto di qualità
facendomi passare
da ciò che è importante
a ciò che è essenziale nella mia vita…
Tante sono le erbacce da estirpare
dal mio giardino interiore
che in qualche modo rallentano
la mia corsa verso di te:
l’orgoglio che mi suggerisce
di voler contare solo sulle mie forze
e di non accogliere un aiuto fraterno,
la tentazione di voler stare
al passo con gli altri
senza rispettare il mio ritmo, più lento.
Sento anche la bellezza
di avere nella vita guide sicure
che per me diventano segnali inconfondibili
che mi indicano un’unica meta: tu.
Autori vari, Canta e cammina, Paoline

Annunci