Il discorso del re. Estate con un film


Un prodotto cinematografico dalla tipica confezione anglosassone: ricostruzione storica precisa, situazioni e personaggi delineati in modo sobrio e reale. Il nucleo di tutta la storia è concentrato nel rapporto tra il balbuziente Bertie-Giorgio VI d’Inghilterra e il suo logopedista australiano Lionel Logue, rapporto che sfocerà nella stima vicendevole.

 

proiettore_discorso

Il film

Siamo nell’Inghilterra degli anni Trenta del secolo scorso. Dopo la morte di Re Giorgio V la legittima successione porta al trono il primogenito Edoardo VII il quale però desidera sposare Wallis Simpson, un’americana divorziata. Essendo nel Regno Unito anche il capo della Chiesa, non può farlo e allora, per non lasciare la donna che ama, abdica in favore del fratello Bertie. Il nuovo re, incoronato come Re Giorgio VI, soffre da sempre di una grave forma di balbuzie che gli rende molto difficile parlare in pubblico. Ad aiutarlo ci pensa sua moglie Elisabetta, la futura Regina Madre, che organizza per lui un incontro con il logopedista Lionel Logue. I metodi dello stravagante terapista del linguaggio riusciranno a migliorare la voce e il prestigio del sovrano e, nello stesso tempo, a sconfiggere il suo limite e i suoi timori. Per comunicare l’entrata in guerra del Paese farà uno straordinario discorso alla radio ottenendo il plauso dei propri sudditi e la fiducia indispensabile per sostenere la dura prova delle operazioni belliche contro la Germania nazista. Dopo aver ringraziato il suo maestro, insieme a tutta la famiglia saluta le migliaia di persone accorse per rendergli omaggio…

»»» Leggi la scheda completa in effetto cinema

E’ un progetto paoline.it

Annunci