La fecondità del piccolo campo


campo«Quant’è fecondo il piccolo campo
quando lo si sa coltivare bene ».
Johann Wolfgang von Coethe
«Che cosa posso farci io?»,
esclamiamo con repentina modestia
di fronte alla grandezza dei mali del mondo…
Significa fingere di dimenticare
che tutti sono responsabili di tutto!
La storia ci ha dimostrato
che talvolta sono bastati
un po’ di volontà, di coraggio o di intuizione
da parte di un solo essere umano
per sconvolgere il corso della storia,
o salvarne altre migliaia. 
E’ una soluzione di comodo, un po’ vigliacca,
a condurci ad affogare
il nostro impegno individuale
nel concetto astratto di responsabilità collettiva.
Sì, con poco si può fare molto.
Nello stesso modo
non disprezziamo nessun compito umile:
la perseveranza può farlo fruttificare
oltre ogni speranza,
tanto è vero che è lo spirito
che impegniamo in un’azione
a condizionarne la portata!
F. Garagnon, Terapia per l’anima, Paoline

Annunci