La filosofia del “sempre di più”… e la felicità semplice


«Nulla accontenterà colui che non si accontenta di poco ».
Proverbio greco

soldi_soldi-soldiDa dove deriva il fatto
che le nostre società opulente
generino così poca felicità
e così tante frustrazioni?
Senza dubbio dal fatto
che il materialismo nel quale
esse sono così profondamente radicate
riposi su una filosofia del «sempre di più».
Presso i nostri popoli satolli,
una conquista, un favore
o un progresso
non risvegliano più un sentimento
di gratitudine e di soddisfazione,
ma un pretesto
per rivendicare sempre di più.
Così si è entrati in questa spirale infernale
in cui la prospettiva che gioisce
per ciò di cui si dispone
è ostacolata dalla malefica illusione ottica
di ciò che si desidera.
Può darsi che un giorno
non molto lontano dovremo
riimparare la felicità semplice,
che consiste nel dilatare la nostra gioia
alla minima intrusione di una notizia positiva,
di un progresso nella nostra vita.
Senza di essa,
impareremo a nostre spese
che lo stare meglio
non è una conseguenza diretta
dell’«avere di più»…
F. Garagnon, Terapia per l’anima, Paoline

Annunci

Un pensiero su “La filosofia del “sempre di più”… e la felicità semplice

  1. L’unica regola per essere felici è questa: semplicità, la nostra felicità è direttamente proporzionale alla nostra semplicità! Così è stato, è e sempre sarà!

I commenti sono chiusi.