19
Ott
11

Olinda, la creatività batte le follia


 

E’ il nome di una delle "città invisibili" di Calvino: a Milano, l’ospedale psichiatrico Paolo Pini si trasforma in luogo di vita e di riscatto per le persone con disagio mentale.

Milano: lo staff di Olinda.

 

C’era una volta a Milano il Paolo Pini, il grande ospedale psichiatrico della periferia nord. Centinaia di migliaia di metri quadrati di terreno pubblico, milleduecento malati ricoverati nel periodo di massima espansione, una vera “città dolente” separata e oscura, come tutti i luoghi della malattia mentale. Oggi in quell’immenso parco passano ogni giorno centinaia di persone per pranzare o cenare, bere qualcosa, andare a teatro o ad ascoltare musica, dormire se si è di passaggio, per lavoro o turismo.

 


Milano, Olinda: il ristorante Jodok.

Il Paolo Pini è diventato Città Olinda (dal nome di una delle “città invisibili” del romanzo di Italo Calvino), un luogo inimmaginabile di creatività e scambio sociale. L’ostello, il ristorante Jodok, il teatro ricavato nelle ex cucine, la coltivazione di erbe aromatiche, il laboratorio di pasta fresca, sono tutti nati come progetti di reinserimento sociale e lavorativo di persone con problemi mentali, all’inizio ex ricoverati, poi provenienti da tutto il territorio.

Quando l’ospedale ha chiuso, nel 1999, con l’abolizione dei manicomi voluta dalla legge Basaglia, un gruppo di operatori ha concepito un sogno: trasformare quegli spazi, quelle risorse in un’opportunità di vita per le persone con problemi mentali. Il sogno è diventato realtà con la nascita della cooperativa Olinda, un’impresa sociale che gestisce tutte le attività, affiancata dall’omonima associazione di volontariato.

 

Milano: l'ex cucina dell'ospedale psichiatrico Paolo Pini trasformata in teatro.

Uno degli assi portanti di Olinda è la relazione continua tra cosiddetti “normali” e malati, attraverso il lavoro e l’incontro. Nell’ostello vivono stabilmente cinque pazienti, insieme con gli ospiti paganti, turisti o viaggiatori per lavoro. In tutti i luoghi di lavoro i cuochi, i camerieri, gli impiegati, i giardinieri, i tecnici di spettacolo e gli attori, sono mescolati. Grazie al lavoro cadono i muri tra le persone: il confine tra normalità e follia è sottile, e comprendere questo è il primo passo per accettare sé stessi e gli altri. Ogni anno circa 15 con disagio psichico vivono qui altrettanti progetti di inserimento lavorativo, insieme a una ventina di operatori e a decine di volontari.

Gli spazi inutilizzati sono ancora tanti a Olinda e anche le idee: ad esempio, un laboratorio per la creazione di video, dedicato ai giovani del territorio.

Ida Cappiello, famigliacristiana.it, 15 ottobre 2011

Annunci

0 Responses to “Olinda, la creatività batte le follia”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

ottobre: 2011
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.444 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

🍳🌽🍅 Pensiero di San Bernardo scelto da don Domenico, monaco cistercense dell'Abbazia di Casamari (FR) e conduttore  su Tv2000 assieme a Virginia Conti di Quel che passa il convento... 🛒 INFO e ACQUISTO »» https://goo.gl/7YTKe6 #Paoline #paolinestore 📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 272,291 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: