Nell’odore del campo… la benedizione del Signore


L’odore di mio figlio è come odore di un campo che il Signore ha benedetto.
Gn 27,27

scena-di-campo-gene-pompaAnziano e cieco, a Isacco l’olfatto si è affinato.
Dall’odore dell’abito di suo figlio
percepisce che gli odori di un campo
penetrano nella sua tenda,
e nell’odore del campo
riconosce la benedizione del Signore (Gn 27,27).
Il profumo accompagna ed esprime l’amore:
Prendi aria nel mio giardino, e gustane i profumi
dice la sposa nel Cantico dei Cantici.
Maria sperpera profumi sui piedi di Gesù,
e la casa si riempie del profumo dell’unguento (Gv 12).
Il profumo accompagna il culto in unzioni
e suffumigi sulla barba di Aronne (Sal 131).
Aspiriamo il profumo e ci penetra:
“profumo e l’incenso rallegrano il cuore”  (Prv 27,9).
Se la morte e la corruzione
esalano cattivi odori,
gli aromi accompagnano l’immortalità.
L’apostolo diffonde il profumo di Cristo
risorto e glorificato:
Siamo il profumo di Cristo, offerto a Dio.
Per mezzo nostro si diffonde nel mondo intero
il profumo della conoscenza di Cristo.
2Cor 2,15 e 14

L.A. Schokel, A tu per tu con la Bibbia, Paoline

Annunci