26
Ott
11

1. Il seminatore uscì a seminare (Mt 13,1-9) – Itinerario per bambini sulle PARABOLE


 

GESÙ ANNUNCIA IL SUO REGNO – Itinerario per bambini sulle parabole
La parabola del seminatore può essere utilizzata per incontri sul tema della parola di Dio e come iniziazione alla liturgia della Parola nella celebrazione eucaristica. Attraverso varie attività i bambini vengono condotti a riconoscere nel seminatore la persona stessa di Gesù che offre a tutti la sua Parola.

 

INTRODUZIONE - Le parabole di Gesù Le parabole di Gesù INTRODUZIONE - Le parabole di Gesù Il seminatore uscì a seminare Il nemico seminò zizzania Il granello di senape e il lievito Il tesoro nascosto e la perla preziosa 1. Il seminatore uscì a seminare Video: Il seminatore uscì a seminare

L’Itinerario è costituito da:
– una Scheda biblica, con notizie e puntualizzazioni per guidare la riflessione sulla parabola;
– una Scheda metodologica, che presenta suggestioni per approfondire il contenuto della video e realizzare incontri vivaci e sempre nuovi.

1. SCHEDA BIBLICA
   Il seminatore uscì a seminare

2. SCHEDA METODOLOGICA
   
Conoscere (video)
   Riesprimere
   Vivere
   Celebrare

1. SCHEDA BIBLICA
La parabola nel contesto biblico

Il seminatore uscì a seminare (Mt 13,1-9)
La prima parabola proposta da Matteo nel suo vangelo, è quella del seminatore. Gli ascoltatori possono capire bene la scena che viene presentata poiché Gesù si ispira alla loro esperienza di agricoltori che gettano il seme nel terreno arato e concimato e attendono pazientemente il raccolto.

La figura del seminatore
Questo seminatore non sembra molto abile, perché lascia cadere il seme un po’ dappertutto: sulla strada. sui sassi, sulle spine. Che cosa spera di raccogliere dal seme caduto in questi posti? È questa la provocazione della parabola. Infatti, Gesù si rivolge a tutta la gente tra cui ci sono i discepoli che lo amano, e gli scribi e i farisei che lo ostacolano. Al termine del suo discorso egli conclude dicendo: “Chi ha orecchi, intenda”.
Nel contesto della vita di Gesù questa parabola risponde al problema: perché non tutti accolgono l’annuncio del Regno? La risposta è: non dipende né dal seme, né dal seminatore, ma dal terreno che accoglie il seme, cioè dagli ascoltatori.

Gesù, come il seminatore semina ovunque, ha fiducia nell’uomo, non vede casi perduti, non si preoccupa di sciupare il seme: così deve fare ogni cristiano, in modo particolare colui che ha ricevuto una missione specifica, convinto che la parola di Dio ha efficacia in se stessa.

Spiegazione della parabola
La Chiesa primitiva riflette sulle parole di Gesù e le attualizza nella propria situazione di minoranza, di persecuzione e di una certa pigrizia all’interno della comunità. Ricordando questa parabola, la rimedita e la riesprime dando a ogni elemento, un significato preciso….

»»» Leggi il testo completo

E’ un progetto www.paoline.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


La bella notizia

  • Dal mare di Venetico Marina (ME) Un saluto e Buone vacanze, amici di FB e non... 19 hours ago

Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

ottobre: 2011
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.444 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

🍳🌽🍅 Pensiero di San Bernardo scelto da don Domenico, monaco cistercense dell'Abbazia di Casamari (FR) e conduttore  su Tv2000 assieme a Virginia Conti di Quel che passa il convento... 🛒 INFO e ACQUISTO »» https://goo.gl/7YTKe6 #Paoline #paolinestore 📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 272,512 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: