Fare spazio a Dio (Mt 5,1-12). Festa di Tutti i santi


La festa di oggi è l’invito grandioso e gioioso a far risplendere la santità di Dio, nella quale il battesimo in Gesù ci ha immersi, nella nostra piccola e ordinaria vita di ogni giorno, per farla diventare grande e straordinaria.

Solennita_Santi_A

Santi. Questa parola evoca, quasi per riflesso condizionato, uomini e donne che fuggono dalle polverose e affannose occupazioni e preoccupazioni di ogni giorno per rifugiarsi in posti riparati, tranquilli, in mezzo ai monti, o dentro a edifici recintati e protetti.

Uomini e donne occupati in attività che hanno poco da spartire con le nostre: il lavoro ripetitivo e monotono, gli spostamenti stressanti, la spesa, le faccende di ogni giorno, le arrabbiature con i figli.

Uomini e donne dedicati completamente agli altri, in preghiera per ore e ore, sottoposti a penitenze e digiuni impressionanti.

Uomini e donne gratificati da visioni celestiali.

Se immaginiamo i santi così, la festa di oggi ci dice poco o niente.

Può darci al massimo un po’ di nostalgia o, addirittura, di tristezza. Perché noi non potremo mai essere così. Come facciamo a lasciare il lavoro, le occupazioni di ogni giorno, le preoccupazioni della famiglia? Ci piacerebbe. Accidenti se ci piacerebbe! Ma non ci è possibile, perché nessuno verrebbe a caricarsele al posto nostro.

Ma per fortuna i santi non sono così, ma uomini e donne come noi che non scappano dalla vita, ma fanno spazio a Dio…

»»» Leggi il testo completo

Annunci