14. Maria, madre delle cose ricreate, Anselmo d’Aosta


O donna piena e sovrabbondante di grazia, ogni creatura rinverdisce, inondata dal traboccare della tua pienezza. O vergine benedetta e più che benedetta, per la cui benedizione ogni creatura è benedetta dal suo Creatore, e il Creatore è benedetto da ogni creatura (Anselmo d’Aosta, Discorsi).

p_14_anselmo_daosta_maria_madre_padri_chiesa_paoline_5-12-11

O donna piena e sovrabbondante di grazia,
ogni creatura rinverdisce,
inondata dal traboccare della tua pienezza.
O vergine benedetta e più che benedetta,
per la cui benedizione ogni creatura
è benedetta dal suo Creatore,
e il Creatore è benedetto da ogni creatura.

A Maria Dio diede il Figlio suo unico
che aveva generato dal suo seno
uguale a se stesso e che amava come se stesso,
e da Maria plasmò il Figlio, non un altro, ma il medesimo,
in modo che secondo la natura fosse
l’unico e medesimo figlio comune di Dio e di Maria…

»»» Leggi il brano completo

E’ un progetto www.paoline.it

Annunci