Natale: Cristo nasce perché io nasca, di Ermes Ronchi


“Ora è il tempo del mio natale: Cristo nasce perché io nasca. La nascita di Gesù vuole la mia nascita: che io nasca diverso e nuovo, che nasca dallo Spirito di Dio, che nasca così piccolo e così libero da essere incapace di aggredire, di odiare, di minacciare. Così umile e ingenuo da ragionare con il cuore.”

sacra-famiglia - Rembrantd (1606 - 1669)

Mio Dio, mio Dio bambino,
povero come l’amore,
piccolo come un piccolo d’uomo,
umile come la paglia dove sei nato.
Mio piccolo Dio,
che impari a vivere questa nostra stessa vita,
che domandi attenzione e protezione,
che hai ansia di luce,
mio Dio incapace di difenderti
e di aggredire e di fare del male,
mio Dio che vivi soltanto se sei amato,
che altro non sai fare che amare
e domandare amore,
insegnami che non c’è altro destino
che diventare come te,
carne intrisa di cielo, sillaba di Dio;
come te, che cingi per sempre in un abbraccio
l’amarezza di ogni tua creatura
malata di solitudine
.
Ermes Ronchi, NATALE, l’Abbraccio di Dio, Paoline 2011

Carissimi amici de LA BELLA NOTIZIA, e con le parole di p. Ermes Ronchi che desidero raggiungervi per dire ad ognuna e ognuno BUON NATALE, Buon natale nel profondo del vostro essere, che Cristo possa nascere     veramente nei nostri cuori, nella nostra mente, nella nostra volontà

AUGURI

Annunci