La sfida della pace… è la sfida delle Beatitudini


Marcia della Pace 2012La pace è una sfida
al prurito che c’è in noi
di essere più bravi e più forti,
di farla vedere agli altri;
è una sfida a quel formicolio
delle mani e del cuore,
che vorrebbe farla finita, presto e subito,
con chi la pensa diversamente da noi.

È la sfida delle Beatitudini, del dialogo,
del non mettere al primo posto
ciò che è generatore di violenza.
La beatitudine della povertà
che non mette la ricchezza, il profitto,
il guadagno al primo posto.

La beatitudine della mitezza
che non mette al primo posto il potere e la supremazia.
Occorre saper compiere, quindi,
gesti coraggiosi di pace, di disarmo, di dialogo.

La beatitudine della fame e sete della giustizia
che non mette al primo posto
la propria soddisfazione o la propria quiete,
ma la sottopone all’impegno per la difesa della vita,
per la difesa della dignità del fratello emarginato.

La beatitudine dell’essere derisi e perseguitati per la giustizia
che non mette sopra ogni cosa il consenso o il plauso,
ma sfida umilmente, con la grazia dello Spirito Santo,
la croce per realizzare il Regno di Dio,
regno di giustizia e di fraternità.
Card. Carlo Maria Martini

Annunci

Un pensiero su “La sfida della pace… è la sfida delle Beatitudini

I commenti sono chiusi.