Prendi il desiderio in braccio


Desiderio soddisfatto è dolcezza al cuore. Prv 13.19

desideriIl desiderio è più radicale della stessa libertà;
precede la condotta morale.
È un motore, sorgente di dinamismo vitale.
A volte ci si presenta istintivamente,
altre lo eccitiamo coscientemente.
Il frutto dell’albero eccita il desiderio di Eva,
attizzato dal serpente.
L’oggetto del desiderio entra attraverso gli occhi
e si consolida per mezzo dell’udito.
Il desiderio più esistenziale,
che è quello della vita,
si frantuma in desideri molteplici.
Verso oggetti buoni e altri perversi,
futili o utopici.
A volte sono capricci, altre sono velleità.
Bisognerebbe prendere il desiderio in braccio,
come una madre fa con il suo bambino,
e zittirlo con benevolenza (Sal 133).
Il peggior castigo per alcuni desideri
potrebbe essere quello di permetterne
la realizzazione.
L.A. Schokel, A tu per tu con la Bibbia, Paoline

Annunci