02
Feb
12

Tutta la città davanti alla porta


V Domenica – Tempo Ordinario – Anno B

“Tutta la città davanti alla porta” di Gesù. Questa immagine è simbolo di una realtà universale: l’intera umanità davanti a Gesù. Ma chi è questa umanità in cerca di guarigione, di aiuto? È quella del tempo di Gesù, oppure anche quella di oggi?

Letture: Gb 7,1-4.6-7; Sal 146; 1Cor 9,16-19.22-23; Mc 1,29-39

 

liturgia_davanti_porta_paoline“Venuta la sera, dopo il tramonto del sole – non perché dopo il pranzo servito dalla suocera di Pietro rimessa in sesto dal suo intervento si era concesso un bel riposino, ma perché con il tramonto del sole terminava il riposo del sabato e soltanto allora la gente poteva muoversi e si poteva ricominciare a lavorare -, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta”.
“Tutta la città davanti alla porta” di Gesù. Fortissima questa immagine, perché scavalca il resoconto, la cronaca del fatto, per diventare simbolico di una realtà universale: l’intera umanità davanti a Gesù.
Com’è questa umanità? È malata, è sofferente, è in cerca di guarigione, di aiuto. Qual è questa umanità sofferente? È quella del tempo di Gesù, quella dei tempi passati, oppure anche quella di oggi?
A rimanere prigionieri dell’“aria che tira”, della cultura che ormai da molti decenni domina e cerca continuamente di rafforzarsi attraverso i media, sembrerebbe che quella “umanità sofferente” non ci riguardi più. Oggi ci è difficile immaginare “la città”, l’umanità sofferente. Sì, ogni tanto ci arrivano notizie di anziani maltrattati nei ricoveri, di bambini picchiati, di persone vittime di violenza, di emigranti che fuggono da fame e guerre, di gente che si toglie la vita…, ma l’immagine che prevale è quella di una umanità che si diverte, che aspetta la neve per andare a sciare, e il sole per scappare al mare; di gente che aspetta il weekend per la movida, per lo sballo, per lo shopping; di gente che supera le difficoltà con prodotti sempre a disposizione: frollini a colazione, piatti ben forniti a pranzo e cena, detersivi e scope che puliscono da soli, auto che offrono sempre maggiori confort e consumano sempre di meno.
Oggi la “città” non cerca chi la può guarire, ma chi la può divertire.

Ma è così?
Si fa di tutto per illudersi che è così, ma quando la vita “duro servizio sulla terra” si impone al di là delle illusioni e delle suggestioni, si crolla, si dà da matti, si entra in depressione, si cerca di scappare. E quando la vita si manifesta, nonostante la scienza e la tecnica, come “un soffio” , si protesta: “Non si può morire così”, e ci si consola con applausi alla salma e con messaggini del tipo “sarai sempre con noi” sul luogo dello schianto. E quando gli eventi della natura ci ricordano drammaticamente la nostra debolezza e piccolezza, si cerca di esorcizzarli cercando qualche colpevole, o magari denunciando alla magistratura chi non ha saputo prevederli.

»»» Leggi il testo completo

Annunci

0 Responses to “Tutta la città davanti alla porta”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

febbraio: 2012
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.445 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015 Alessandro  Meluzzi, La vergogna. Un'emozione antica, Paoline 201
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 269,976 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: