Mente e cuore aperti agli altri


Quando siamo combattuti…"

amicizia_litigio_430_2Gesù, tu vuoi che ci apriamo agli altri
ma non è né semplice, né facile.
I familiari, gli amici, quelli che incontriamo
non sono più disposti a darcele tutte vinte,
ad accontentarci come quando eravamo bambini.

Vogliono che collaboriamo,
che ci assumiamo le nostre responsabilità.
Esigono la sincerità, la lealtà, l’altruismo,
la riconoscenza e l’impegno.

Siamo tutti fratelli e sorelle, lo sappiamo.
Però, è facile dirlo, non farlo!
Questi fratelli e sorelle
chiedono, vogliono, pretendono,
e non sempre sono disposti a contraccambiare.

Per questo, a volte, gli chiudiamo la porta
e decidiamo di starcene da soli,
di pensare soltanto a noi stessi.
Ma presto sentiamo che non può essere così.

No. Gesù, soli no. Soli è triste.
È troppo forte e bella la voglia di parlare,
di discutere, di cantare, di giocare,
di curiosare, di conoscere, magari di litigare.
No, Gesù, soli no. Soli non è possibile.

Anche tu, quando stavi sulla terra come noi,
hai voluto un gruppo di amici intorno a te,
anche se ti ha creato un sacco di problemi.

Gesù, donaci mente e cuore aperti agli altri,
anche quando ci pesano.
Donaci mani capaci di stringere quelle degli altri,
anche quando stringono troppo forte e fanno male.
Donaci piedi che sappiano camminare in compagnia,
anche se questo rende più lento il nostro passo.
Tonino Lasconi, Amico Dio, Paoline

Annunci

Un pensiero su “Mente e cuore aperti agli altri

  1. E’ vero, non è affatto facili essere sempre disponibili con il nostreo prossimo, specialmente di questi tempi; una preghiera come quella che ho appena letto, può sicuramente essere d’aiuto per migliorarci da questo punto di vista.

    Un saluto

I commenti sono chiusi.