Una donna al centro del piano di Dio


donna_darfurAl centro del piano di Dio
sin dall’eternità c’è una donna,
e questa realtà è una chiave di lettura
per la dignità della donna nel mondo
e nella storia del mondo.
Maria è l’inizio della stirpe umana dei credenti,
l’inizio della Chiesa, la Madre della Chiesa.
Dio si interessa di lei fin dal suo concepimento.
Vuol dire che non soltanto
la vita è sacra fin dal primo istante,
di una sacralità umana da rispettare,
da amare, da custodire,
da difendere in nome della dignità
dell’uomo e della donna,
ma vuol dire anche che l’inizio,
pur se nascosto, è vero, vivo
ed è già oggetto di un disegno
di amore trascendente,
è un essere amato da sempre
dall’amore di Dio
e non una pura realtà biologica indifferente.
Dio infonde nel cuore dell’uomo e della donna
la partecipazione a quel suo amore.
Siamo tutti invitati ad ascoltare
questa voce dell’amore
che Dio ci ha messo dentro per ogni inizio di vita,
venerando l’inizio della vita senza peccato
della Vergine Madre di Dio.
Ripetere le parole dell’Ave Maria
non è un semplice esercizio devozionale,
ma l’evocazione dei misteri
che sconfiggono la nostra paura
e che illuminano la dignità della donna
e dell’uomo,
il destino della donna e di ogni uomo
a partire da Maria;
è la proclamazione di un avvenire di speranza per noi,
di una certezza,
non di una fatalità di morte
di cui attendiamo con paura ogni giorno l’avvenimento.

Cardinale Carlo Maria Martini

Annunci