Tempio di Dio… il suo, il nostro corpo (gv 3,13-25)


pantocrator_athosDall’Incarnazione, da quando Dio
è venuto ad abitare in mezzo a noi in Gesù,
il corpo di Gesù, cioè la sua umanità,
è la presenza Dio.
Il luogo di ogni culto è questo «tempio»…
Lì si dovrebbero specificare tutte le realtà
evocate dall’espressione «corpo di Cristo».
Lo si è potuto comprendere
solo dopo la risurrezione,
quando il corpo glorioso di Cristo
è diventato il mondo stesso della risurrezione
nel quale ogni uomo
può entrare in contatto con Dio.
Il corpo Cristo è anche il corpo eucaristico
attorno al quale si svolge la liturgia cristiana.
Ed è ogni uomo!
Il corpo di Cristo, infine, è tutta Chiesa,
tempio di Dio.
Ed è anche l’umanità salvata,
quando, grazie al Cristo,
«Dio sarà tutto in tutti» (1Cor 15,28).
Lì, dice l’Apocalisse,
«non c’è alcun tempio,
poiché il suo tempio è il Signore» (Ap 21,22)…
Abbiamo bisogno a volte di un luogo di preghiera,
per noi stessi e soprattutto per una liturgia comunitaria,
ma se il Signore non è dentro di noi e in mezzo a noi,
andiamo in cerca di uno stimolo.
A. Sève, Un appuntamento d’amore

Annunci