01
Apr
12

Maria di Betania e quel profumo di nardo puro (gv 12,1-11)


maria di betania unge i piedi a Gesù con il profumo di nardo puroSapevo che saresti tornato.
Infatti manca solo una settimana alla Pasqua.
Non avrei mai voluto rivederti.
Questo, del resto, è il segno che aspettavo, nessun altro.
Il segno che non hai rinunciato e che la tua lotta per strappare alla morte il nostro povero Lazzaro era soltanto l’ inizio di quella estrema battaglia che non puoi più rimandare: tu stesso non vuoi essere salvato da quest’ora perché proprio per quest’ora sei venuto.
Non sopporto di vederti seduto a questo banchetto nella casa di Simone che tu hai mondato dalla lebbra e ora è là anche lui, insieme con Lazzaro, che mangia e sorride e ha già dimenticato e poi dimenticherà ancora e ancora, finché, quando parleranno di Simone il lebbroso e di Lazzaro il risuscitato, si stupiranno se qualcuno dirà: «Ma è di te, è proprio di te che parlano», come se il fatto fosse avvenuto a un’altra persona, in un’altra vita.
E Marta, cosa fa, Marta, con quelle sue mani sempre colme di piatti e di cibo; come si affanna la nostra povera Marta tutta presa dalla gioia del tuo ritorno, non sa Marta, non capisce che tu sei tornato per morire?
Eppure so che tu vorresti che anche questo tuo addio fosse accolto con gioia, così come nessuno piange la morte del piccolo grano di frumento nel buio della terra, poiché soltanto se muore recherà frutto.
Ma io non voglio essere il frutto della tua morte. Tutto qui.
La piccola Maria di Betania si rifiuta.
Non sono capace di seguirti così lontano.
La piccola Maria, che sembrava così portata alla meditazione, alla vita dello spirito, è rimasta inchiodata quasi in vista della vetta, sulla parete liscia della roccia, e non sa più andare né avanti né indietro. Questa sarà da ora in poi la mia croce, non riuscire a compiere l’ultimo sforzo per raggiungerti, e restare qui, crocefissa, ad attendere il tuo perdono.
Ma stasera, mentre tutti costoro ti onorano al banchetto così come si rende onore a un ospite caro e potente, io ti onorerò a mio modo, con questa libbra di unguento di nardo puro, così come si onora chi ci è immensamente caro nel giorno della sua sepoltura.
Vedi?
Tutti si meravigliano e gridano allo scandalo mentre io ungo i tuoi piedi con questo unguento e li asciugo con i miei capelli e tutta la casa si riempie di un profumo che non è quello del cibo ma della morte.
Con un gesto sconveniente ho rovinato la loro festa.
Tu ora andrai alla tua, là dove io non ho il coraggio di seguirti.
Addio, Maestro, quando mi sarò rialzata dai tuoi piedi, sarà l’ultima volta che avrai visto in volto Maria di Betania.
Così ha inizio la Passione.
Ferruccio Parazzoli, Gesù e le donne, Paoline

Annunci

0 Responses to “Maria di Betania e quel profumo di nardo puro (gv 12,1-11)”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

aprile: 2012
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.445 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015 Alessandro  Meluzzi, La vergogna. Un'emozione antica, Paoline 201
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 269,917 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: