09
Apr
12

Maria di Magdala e quella chiamata per nome (Gv 20,11-18)


Maria di magdala - risrurrezione di M RupnikVi prego: non dormite.
Nessuno mi ha più chiesto di ricordare:
sono successe tante cose
dopo l’incontro di quel mattino
che il racconto di una donna non ha più importanza.
Lo ripetevo ogni giorno per me stessa
e non so aggiungere nulla
da quella prima volta quando lo raccontai.
Era mattina, quasi ancora buio,
la pietra era rimossa e il sepolcro vuoto.
Piansi a lungo accanto al sepolcro del mio Signore,
perché mi era insopportabile l’idea
che non rimanesse nulla di lui, neppure il suo corpo.
Quando mi voltai vidi un uomo che non conoscevo
e pensai che fosse il padrone del campo.
Quell’uomo non lo avevo mai visto.
Poi vollero che io dicessi che era troppo buio per riconoscerlo,
che nella mia tristezza io non alzai neppure gli occhi a guardarlo
e che se lo avessi fatto avrei subito riconosciuto il mio Signore.
Non è così: io non lo riconobbi.
Lo so che questo non ha senso e può sembrare una sciocchezza,
una testardaggine di donna,
ma nessuno era là a sentire la sua voce
quando mi chiamò per nome: «Maria!».
Quante volte mi aveva chiamato così,
eppure mai avevo sentito tanta dolcezza nella sua voce.
Ancora oggi, quando chiudo gli occhi,
sento la sua voce chiamarmi con la stessa dolcezza
con cui mi ha chiamata quell’ultima volta: «Maria!».
Mi chiama così da allora, la sua voce mi accompagna, e io non sento più altro.
Mi hanno messa da parte, con delicatezza, con affetto:
a chi serve, infatti, che io continui a sentire dentro di me
la sua voce e solo la sua voce?
In quella chiamata c’era il mantenimento di una promessa,
c’era l’adempimento del suo amore per me,
per Maria di Magdala,
sì, proprio quella Maria dalla quale aveva scacciato sette demoni,
come vi piace ricordare, un amore totale per ciascuno di noi,
con il suo nome, con il suo corpo, con la sua povera vita.
Solo allora riconobbi quello sconosciuto,
da come pronunciò il mio nome, «Maria!»,
e gli caddi ai piedi: «Rabboni!», esclamai, ed ero felice.
Mi parve così naturale che prima non lo avessi riconosciuto
che neppure oggi, dopo tanto tempo, posso spiegarne il perché.
Ora so che non era possibile riconoscerlo prima che mi avesse chiamato.
Neppure voi potrete riconoscerlo prima che egli vi chiami
anche se egli è lì, dinanzi a voi da sempre,
eppure voi non sapete chi sia finché non vi avrà chiamato per nome.
Questo è il semplice segreto di Maria di Magdala.
Vi prego: non dormite.
Ferruccio Parazzoli, Gesù e le donne, Paoline

Annunci

0 Responses to “Maria di Magdala e quella chiamata per nome (Gv 20,11-18)”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

aprile: 2012
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.444 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

🍳🌽🍅 Pensiero di San Bernardo scelto da don Domenico, monaco cistercense dell'Abbazia di Casamari (FR) e conduttore  su Tv2000 assieme a Virginia Conti di Quel che passa il convento... 🛒 INFO e ACQUISTO »» https://goo.gl/7YTKe6 #Paoline #paolinestore 📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 272,291 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: