14
Apr
12

Oltre la paura delle porte chiuse… Gesù sta in mezzo a loro Gv 20,19-33


apostolia-13-04Dice il Vangelo di Giovanni:
«La sera di quello stesso giorno, il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù» (Gv 20, 19)
Queste parole ci descrivono le circostanze di tempo e di luogo in cui Gesù si è presentato vivo dopo la Risurrezione, ai suoi discepoli.
Si è presentato «la sera di quello stesso giorno, il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte Non senza motivo l’evangelista accumula qui una serie di dettagli, di particolari:
la sera, la sera di quello stesso giorno, il primo dopo il sabato, con le porte chiuse.
Che cosa vuole evocare l’evangelista con queste indicazioni?
La sera è certamente il momento della tristezza e della solitudine.
Eppure è «la sera di quello stesso giorno, il primo dopo il sabato».
E con queste parole l’evangelista si riferisce a tutto ciò che è stato detto nel cap. 20 fino a quel punto. È il giorno in cui Maria Maddalena è andata alla tomba, ed il racconto comincia appunto con le parole «il primo giorno dopo il sabato» (Gv 20, 1).
È la sera della tomba vuota, la sera dell’annuncio, la sera della Risurrezione.
Eppure, ci dice l’evangelista, si trovavano «con porte chiuse per timore dei Giudei».
C’è un’atmosfera di paura. Non è bastato l’annuncio, non bastano i segni, ci vuole qualcosa di più.
La paura è espressa con l’immagine delle porte chiuse: paura e chiusura vanno insieme.
Mentre la gioia è la madre della comunicazione, dell’apertura, dello slancio verso gli altri, la paura è l’origine della chiusura su di sé.
È in questa situazione che Gesù viene. Anzi il testo dice: si ferma in mezzo ai suoi.
È nuova questa espressione nel Vangelo: «Gesù stette in mezzo».
Gesù si mette in mezzo alla sua Chiesa, la consola nella sua paura con l’annuncio di pace.
Come potremmo oggi esprimere nel nostro linguaggio questa paura che teneva gli apostoli barricati? Paura dell’ambiente che ci circonda,
paura della cultura dominante,
paura di apparire diversi, strani, nuovi,
paura di essere perseguitati o derisi,
paura di esprimere liberamente e coraggiosamente quel messaggio che sta dentro,
paura di lasciar scoppiare in sé la forza del Vangelo, comportamento guardingo, sospettoso, nascosto.
Dice il Vangelo che Gesù si fermò «in mezzo a loro».
Non dunque in alto, come avrebbe potuto fare mostrando la sua superiorità;
non da un lato, come giudicandoli, ma «in mezzo a loro», al loro livello, in una parità di rapporto, in una fraternità di per se stessa significativa.
Proseguendo la lettura di Giovanni troviamo che Gesù esclamò: «Pace a voi».
La parola di Gesù non è una parola ovvia né scontata.
Avrebbe potuto piuttosto presentarsi con parole di rimprovero, con parole accorate:
«Perché mi avete abbandonato, uomini di poca fede?
Dove sono tutte le vostre promesse?
Dove sei Pietro, che mi gridavi fedeltà fino alla morte?»;
Gesù avrebbe potuto farli arrossire, umiliarli, svergognarli, scuoterli, e lo fa, ma con questa dolcissima parola:
«Pace a voi».
Parola di incoraggiamento, parola di misericordia, parola di fiducia.
Il testo ci dice ancora che Gesù «mostrò loro le mani ed il costato»,
cioè mostrò loro le sue stigmate, le sue piaghe.
«E i discepoli gioirono al vedere il Signore».
Non si spaventarono, non provarono ribrezzo per i segni della Passione, per le piaghe,
ma gioirono per la gioia del Crocefisso Risorto.
Cardinale Carlo Maria martini

Annunci

1 Response to “Oltre la paura delle porte chiuse… Gesù sta in mezzo a loro Gv 20,19-33”


  1. 15 aprile 2012 alle 04:36

    http://gi1967.wordpress.com/2012/04/13/preziose-lezioni-di-vita-dalle-storie-bibliche-vii/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

aprile: 2012
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.444 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

🍳🌽🍅 Pensiero di San Bernardo scelto da don Domenico, monaco cistercense dell'Abbazia di Casamari (FR) e conduttore  su Tv2000 assieme a Virginia Conti di Quel che passa il convento... 🛒 INFO e ACQUISTO »» https://goo.gl/7YTKe6 #Paoline #paolinestore 📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 272,291 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: