Guarda oltre… Riposizionare le cose nella loro giusta prospettiva


«Al malinconico dico solo una cosa: guarda oltre!»
Alain

Sguardo oltre di Simmi ElisabettaA rendere ansiosi, pessimisti, malinconici,
è lo sguardo puntato troppo vicino all’evento.
Se non indietreggiamo abbastanza,
l’evento negativo occuperà
tutto il nostro campo visivo e mentale,
e ci (pre)occuperà totalmente.
Fare qualche passo indietro
o porsi un po’ al di sopra,
significa affrancare lo sguardo o la mente
da un approccio troppo esclusivo,
significa relativizzare l’evento
sdrammatizzandone la portata,
situarlo in una giusta prospettiva
riducendolo alla sua dimensione naturale,
sgombera da qualsiasi fraintendimento
della nostra immaginazione.
Bisogna liberare il nostro sguardo sulle cose,
non costringerlo a focalizzarsi sull’evento,
ma al contrario condurlo ad abbracciare
una realtà più ampia,
dove il bene compensa il male,
dove il generoso fa dimenticare il meschino,
dove il progetto ricco di prospettive
fa dimenticare il fallimento di ieri.
Riposizionare le cose nella loro giusta prospettiva,
anche dal punto di vista cronologico,
e proiettarle nel tempo
proporzionandole alla nostra vita:
questo problema, che ai miei occhi oggi
ha così tanta importanza,
che traccia lascerà nella mia memoria,
che posto occuperà nella mia storia personale?
F. Garagnon, Terapia per l’anima, Paoline

Annunci