Il dono della vita e i suoi panorami straordinari


«Ah, se potessimo assaporare l’esistenza come un dono,
prendere coscienza di questa creazione continua,
di questo dono incessante d’essere e di vita,
di questa felicità, di questa meraviglia di esistere!»
Louis Evely

gioia di vivere - madacascar - Ass Amici di padre pedroAbbiamo un gran bisogno
di imparare nuovamente a vivere,
di tornare alle fonti più universali
di sapore e di gioia.
Con il pretesto del progresso,
il mondo moderno
ha complicato notevolmente la nostra vita,
sostituendo alla semplicità delle origini,
un sistema molto elaborato con i suoi ingranaggi,
i suoi codici, le sue norme, la sua logica.
Ma questa logica è umana?
In altri termini, è al servizio dell’uomo
o è una macchina impazzita
che si nutre della propria energia
e non può più arrestarsi?
Come mai,
mentre abbiamo a disposizione molte cose
che dovrebbero aiutarci a vivere meglio,
abbiamo invece così tante difficoltà a vivere?
Alleggeriamoci un po’,
gettiamo la zavorra,
e la navicella della nostra vita
si alzerà poco a poco;
così guadagneremo quota,
come liberati dal peso degli affari terrestri,
e scopriremo fino a che punto la vita
presenti panorami straordinari.
Forti di questa nuova prospettiva,
contempleremo la vita nella sua autenticità originale,
sotto la sua luce radiosa.
E saremo felici.
F. Garagnon, Terapia per l’anima, Paoline, 2010

Annunci