10
Mag
12

Più coraggio per "saper vedere" dietro le sbarre



libertaSabato e domenica scorsa sono tornato a Genova per le elezioni amministrative e per festeggiare con i miei compagni di seminario i 20 anni di sacerdozio. Ogni volta che torno a casa ho la possibilità di incontrare di persona amici con i quali mi sento solo via telefono o via web. Ho incontrato giovani e coetanei; molti di loro sono preoccupati; tutti, in famiglia o fra i parenti, vivono situazioni di difficoltà economica, esistenziale, affettiva; sembra quasi che questo tempo di crisi getti un velo di tristezza su ogni cosa; in questa situazione la fede in Gesù risorto, nostra speranza, deve illuminare in modo ancora più splendente. Questo tempo di sofferenza è un’opportunità per le nostre comunità cristiane, per le nostre parrocchie, le nostre associazioni, le nostre diocesi, i nostri gruppi, i nostri istituti.
Personalmente sento questo tempo come una sfida che diventa una domanda: vivo veramente il comandamento dell’amore per il prossimo oppure il “prossimo” in realtà è un “lontano”? Questo è il tempo della verità, della fraternità vera, della condivisione del tempo e delle energie, del mettere in comune i beni materiali; è il tempo della prova per le nostre comunità cristiane per valutare se amiamo “solo a parole, con la lingua o anche nei fatti e nella verità”; sono sicuro che lo Spirito Santo ci aiuterà a cogliere questo tempo di grazia e a rendere ancora più efficace e concreta quest’energia d’amore che nasce dall’Eucaristia celebrata insieme, ogni domenica e ogni giorno.

Fra le persone che ho incontrato c’è Alessio (nome di fantasia), un mio compagno di giovinezza, cresciuto con me, con la mia stessa educazione, vissuto nel mio stesso ambiente. Ad un certo punto, intorno ai 20 anni, ha preso la strada della droga. Il 25 aprile è uscito dal carcere, dopo 4 anni e 8 mesi trascorsi in cella e in comunità. In questi anni ha contratto il diabete; è gonfio e intontito dalle dosi massicce di psicofarmaci; è praticamente senza denti; quando ci siamo incontrati mi ha raccontato come si vive in una cella di pochi metri quadrati, pensata per quattro persone e abitata da 7-8 carcerati. In cella si cucina, si fanno i propri bisogni fisiologici. Ogni giorno è possibile uscire dalla cella per un’ora. Per circa due anni non è mai uscito dalla cella per l’ora d’aria perché, avendo litigato con alcuni detenuti, temeva di essere minacciato e picchiato. Negli ultimi mesi ha avuto la possibilità di essere trasferito in una comunità. In ogni cella c’è un fornelletto per cucinare qualcosa di diverso da ciò che viene preparato dalle cucine del carcere; in cella si cucina se c’è qualcosa a cucinare, se qualcuno, da fuori, si ricorda dei detenuti e fa giungere loro un po’ di cibo o qualche soldo per acquistare generi alimentari allo spaccio del carcere. Fortunatamente alcune associazioni aiutano i carcerati. I detenuti non si vedono, sono al chiuso, lontani dagli occhi e, purtroppo, talvolta, lontani dal cuore.

In un viaggio fatto con alcuni giovani nella Repubblica Democratica del Congo abbiamo visitato un carcere; là nessuno preparava il cibo per i detenuti; le comunità cristiane cattoliche e protestanti, a turno, ogni settimana, forse ogni giorno, portavano il cibo ai carcerati.

Le possibilità di amare sono tante, oggi ancora di più; ti chiediamo Signore di avere occhi per saperle vedere, un cuore coraggioso per amarle, braccia e gambe per affrontarle concretamente.

Don Nicolò Anselmi, in gmgrio2013.it, 10 maggio 2012

Annunci

0 Responses to “Più coraggio per "saper vedere" dietro le sbarre”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

maggio: 2012
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.444 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

🍳🌽🍅 Pensiero di San Bernardo scelto da don Domenico, monaco cistercense dell'Abbazia di Casamari (FR) e conduttore  su Tv2000 assieme a Virginia Conti di Quel che passa il convento... 🛒 INFO e ACQUISTO »» https://goo.gl/7YTKe6 #Paoline #paolinestore 📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 272,291 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: