Passare accanto! Cogliere La ricchezza della normalità


Figli del capitalismo, tendiamo a credere che il prodotto più venduto sia il migliore, che si tratti di un’auto, di scarpe, di film, di dischi… Siamo ancora capaci di cogliere la ricchezza di quello che non è portato alle stelle dai media?
da Il coraggio della bontà, di M.Y.Coulombe, Paoline 2012.

Affascinati dal prestigio e dal denaro, abbiamo preso l’abitudine di accordare la nostra attenzione in funzione della reputazione. Figli del capitalismo, tendiamo a credere che il prodotto più venduto sia il migliore, che si tratti di un’auto, di scarpe, di film, di dischi eccetera. Siamo ancora capaci di cogliere la ricchezza di quello che non è portato alle stelle dai media? Siamo ancora in grado di apprezzare persone e cose da noi stessi, senza che certe campagne pubblicitarie o certi critici prestigiosi ci abbiano fatto sapere che questo valeva la pena?
Ecco, in proposito, un’esperienza inquietante captata su video e diffusa su You Tube:

La scena si svolge il mattino, alla stazione L’Enfant Plaza della metropolitana di Washington DC, dalla quale transitano, tra l’altro, numerosi impiegati governativi.
Alle 7,51 del 12 gennaio 2007, un violinista comincia a suonare la Ciaccona dalla Partita n° 2 di Bach.
Tre minuti dopo, davanti a lui sono passate già più di sessanta persone senza fermarsi, quando un primo passante, un uomo di età matura, rallenta per gettare uno sguardo al musicista, prima di continuare. Qualche secondo più tardi, il violinista riceve la sua prima offerta da una donna che gliela getta ma senza fermarsi.
Il musicista in questione è il violinista di fama internazionale Joshua Bell, rivelato al grande pubblico, tra l’altro, in occasione della sua partecipazione alla trama sonora del film Il violino rosso, nel 1998.

Quel mattino del gennaio 2007, Bell ha suonato per quarantatré minuti e solo sette persone si sono fermate almeno un minuto per ascoltarlo. Ventisette persone gli hanno lasciato qualcosa, totalizzando trentadue dollari.
Eppure, qualche giorno prima, si era esibito con un tutto esaurito a Boston, e il posto era costato circa cento dollari.
Questa storia vera di Joshua Bell che suonava in incognito in una stazione della metropolitana…
»»» Leggi il testo completo

 

M.Y.Coulombe
Il coraggio della bontà
Paoline 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...