La Messa della domenica gesto ed esperienza vitale


fedeli davanti alla chiesa, foto di Paolo TosoliniVogliamo che lo Spirito di Cristo
compia in noi gli stessi prodigi che ha operato
la prima volta negli apostoli e costruisca l’unità nostra
e di tutto il genere umano, liberandoci dalle divisioni,
dalle contrapposizioni, dalle faziosità e dagli individualismi
che pesano tragicamente sulla nostra società.

Per noi cristiani, l’unità è visibilmente indicata
e misteriosamente generata nella Eucaristia,
che diventa così il «centro della comunità cristiana e della sua missione».

Vogliamo riscoprire il valore della Eucaristia,
non limitandoci a ripetere ogni domenica il rito della Messa
come un gesto al di fuori della vita e delle nostre scelte quotidiane,
ma rendendola centro, punto di confronto e criterio di ricerca vocazionale,
di revisione del nostro vivere da cristiani.

Il gesto di Gesù che si dona completamente al Padre
per la salvezza dell’uomo, e che lui stesso ripete in ogni celebrazione,
deve diventare una nostra tensione continua,
deve cioè alimentare in noi l’impegno, il coraggio e la capacità di donarci agli altri,
di servire il nostro prossimo, di intendere tutta la vita nel segno della carità.

Il ritrovarci ogni domenica alla Messa
diventa l’occasione per rinnovare questo impegno
nella certezza di non essere soli
e di poter sempre contare sull’aiuto dei fratelli che condividono
la medesima fede e si nutrono del medesimo Corpo e Sangue del Signore.

Così, anche, l’Eucaristia diventa una testimonianza luminosa e affascinante
di un nuovo modo di intendere la convivenza umana,
una sorgente impetuosa di giustizia, di fratellanza, di carità
che dilaga su tutta la nostra società.

Bisogna che quel mistero di amore, che celebriamo nella Messa
e che adoriamo presente nelle nostre chiese,
produca i suoi frutti ogni giorno e guarisca i mali più diffusi oggi,
riportando ciascuno di noi a interessarsi del suo prossimo, ad aiutarlo,
a cambiare strutture e situazioni gravemente offensive della dignità umana.
Cardinale Carlo Maria martini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...