21
Giu
12

Il più grande come il più piccolo (Lc 1, 57-66. 80)


Nativita’ di San Giovanni Battista – Anno B

Questa domenica lascia il posto a un uomo di tale grandezza da indurci a pensare che la sua vita non abbia niente a che vedere con la nostra. Giovanni è un pensiero di Dio, è una sua creatura, è un suo progetto: «Il Signore dal seno materno mi ha chiamato».

Letture: Is 49, 1-6; Sal 138; At 13, 22-26; Lc 1, 57-66. 80

 

Giovanni BattistaQuesta domenica lascia il posto a un uomo di tale grandezza da indurci a pensare che la sua vita non abbia niente a che vedere con la nostra. Gesù, infatti, parlando di lui ha dichiarato: “Fra i nati da donna non è sorto uno più grande di Giovanni il Battista” (Mt 11,11). Come possiamo, perciò, paragonarci con lui? Verrebbe da pensare che non ci resta altro da fare da inchinarci e ammirarlo. Però, che non può essere così, perché la Chiesa ci propone l’esempio dei santi non ammirarli, ma per imitarli. Vediamo, allora, se il confronto e soprattutto l’imitazione sono possibili.

Dove nasce la grandezza di Giovanni?

La liturgia, con i brani della parola di Dio scelti per questa festa, sia per la Messa della vigilia che per quella del giorno, ci dà le indicazioni per trovare la risposta giusta e importante per noi. Giovanni è un pensiero di Dio, è una sua creatura, è un suo progetto: «Il Signore dal seno materno mi ha chiamato». Non è sbucato fuori dal caso, da un’evoluzione della materia senza intelligenza e senza progetto, da una energia misteriosa quanto si vuole ma sempre farina del nostro sacco. E’ stato Dio che da sempre lo ha pensato e lo ha voluto. È stato, perciò, un dono impensabile, una sorpresa imprevedibile, come appare chiaro dalla reazione di Zaccaria. Poverino!

Chissà quante volte, accoratamente, insieme a Elisabetta avrà pregato e implorato per avere un bambino. Poi, quando l’angelo gli annuncia: “Non temere, Zaccaria, la tua preghiera è stata esaudita e tua moglie Elisabetta ti darà un figlio”, non ci crede, non lo ritiene possibile, perché la risposta non gli arriva come se l’aspetta, in modo umanamente comprensibile.

Questa imprevedibilità mette in difficoltà l’anziano sacerdote, esattamente come accade a noi, che accettiamo Dio a patto che non ci sorprenda, non scombussoli la nostra logica; che ci lamentiamo con Dio che non ci ascolta, perché non ci ascolta come e quando noi vorremmo.

La punizione che Dio gli infligge non è altro che la rivelazione di quello che Zaccaria è: cieco davanti all’opera di Dio. Per riacquistare la vista, Zaccaria deve abbandonare la sua logica e arrendersi a quella di Dio. Quando i parenti lo vogliono riportare con i piedi per terra: “Non c’è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome”, egli ormai ha capito che quel figlio è un dono, è un pensiero di Dio: “Giovanni è il suo nome”.

Anche noi siamo chiamati a compiere questo salto: dalla cecità alla visione (e accettazione) della logica “altra” di Dio.

Ma veniamo alla grandezza di Giovanni?

»»» Leggi il testo completo

Annunci

0 Responses to “Il più grande come il più piccolo (Lc 1, 57-66. 80)”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

giugno: 2012
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.445 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015 Alessandro  Meluzzi, La vergogna. Un'emozione antica, Paoline 201
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 270,216 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: