26
Giu
12

«Nel mio deserto la tua sorgente» Racconti dal carcere


Storie di vita dietro le sbarre

«Nel mio deserto la tua sorgente» è il titolo del volume che raccoglie trenta scritti dei detenuti della sezione Reclusione di Rebibbia. Testimonianze di rabbia e sconforto, ma anche di fede e speranza di Maria Elena Rosati

carcereGettare una luce sulla realtà del carcere, attraverso le testimonianze scritte dai detenuti. Questo l’obiettivo dell’iniziativa culturale «Raccontarsi per vivere», promossa dalla cappellania della sezione Reclusione del carcere di Rebibbia e giunta alla sesta edizione.

Il volume di quest’anno, presentato sabato 23 giugno nella cappella del carcere, s’intitola «Nel mio deserto la tua sorgente», frutto di un attento lavoro di redazione condotto durante tutto l’anno da suor Rita Del Grosso e da suor Giampaola Periotti. L’opera racchiude circa 30 scritti, alternando opere di autori più celebri, da Leopardi a Ungaretti, da De Amicis a Quoist, a quelle dei detenuti.

Un’opportunità di espressione e di sfogo, per chi cerca ogni giorno di ricostruire la speranza e la dignità, oltre le sbarre: «Per loro scrivere è importantissimo – ha sottolineato suor Rita – perché raccontando la loro vita si liberano da un peso; alcuni infatti vivono il carcere con disperazione, altri invece come la giusta pena per le colpe commesse».

C’è il diario di Andrea, e le testimonianze di Massimiliano, Salvatore, Roberto, Sunjay: rabbia, sconforto, fede, speranza, nostalgia di casa e del calore della famiglia, pensieri sulla giustizia e sul tempo, racchiusi in scritti semplici e spontanei, capaci di dare spazio alla meditazione.
«Questo testo è il riflesso della vita in carcere – ha spiegato padre Roberto Fornara, impegnato accanto ai detenuti – e unisce insieme le contraddizioni della vita, la povertà e la speranza, l’aridità e il desiderio di vita , che tutti sperimentiamo». Un’opera il cui valore profondo, secondo padre Fornara, è determinato dalla «possibilità data ai carcerati di raccontare se stessi, di guardarsi allo specchio».

L’obiettivo per il futuro è gettare
lo sguardo oltre le sbarre, per arrivare a sviluppare altri livelli di racconto: «Occorre dare spazio alla creatività dei detenuti, puntando sul racconto della loro vita e delle loro esperienze fuori dal carcere», ha detto Antonio Turco, educatore. Un segnale di speranza verso un più facile reinserimento nella società: «Dobbiamo ricordare agli altri – ha concluso Turco – che anche chi ha vissuto la realtà del carcere ha diritto ad una seconda opportunità».
La manifestazione culturale è stata preceduta da un concerto con il contributo di «Cuori in azione-Axa», durante il quale si sono esibite le artiste Marina Curasì e Simona Canuti.

da Romasette, 25 giugno 2012

Annunci

0 Responses to “«Nel mio deserto la tua sorgente» Racconti dal carcere”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

giugno: 2012
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.444 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

🍳🌽🍅 Pensiero di San Bernardo scelto da don Domenico, monaco cistercense dell'Abbazia di Casamari (FR) e conduttore  su Tv2000 assieme a Virginia Conti di Quel che passa il convento... 🛒 INFO e ACQUISTO »» https://goo.gl/7YTKe6 #Paoline #paolinestore 📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 272,291 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: