Don Pino Puglisi diventerà beato


Don pino e Il coraggio di chiamare per nome i boss


E’ stato riconosciuto il martirio del sacerdote palermitano ucciso dalla mafia nel 1993, assassinato “in odio alla fede”

Don_Pino_Puglisi_ucciso_Mafia_1993Don Pino Puglisi diventerà beato. Questa mattina Papa Benedetto XVI ha ricevuto il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le cause dei santi, e ha autorizzato il decreto riguardante il martirio del "servo di Dio" Giuseppe Puglisi, ucciso "in odio alla fede" il 15 settembre 1993 vicino a casa, poco distante dalla sua parrocchia di San Gaetano, nel quartiere Brancaccio, a Palermo. Una decisione, quella del Vaticano, che sottolineando il ruolo di "martire" del sacerdote ucciso per la sua opera evangelica, "scomunica" indirettamente la mafia e i suoi killer: "Il martirio di Don Puglisi mette in luce tutte le tenebre del mondo della mafia e dell’illegalita’, un mondo lontano dal Vangelo che padre Pino Puglisi ha smascherato", ha detto l’arcivescovo di Palermo, Paolo Romeo, incontrando la stampa. "La mafia ha i suoi dei e i suoi idoli", "non perdona, non condivide e uccide, tutto l’opposto del vangelo che perdona, condivide e di certo non uccide", ha aggiunto Romeo, sottolineando ancora: "questi 19 anni non sono trascorsi invano, sull’esempio di padre Puglisi dobbiamo rinnovare a fondo la nostra vita".
"Oggi che il Santo Padre ha autorizzato la Congregazione per le cause dei Santi di promulgare il decreto per il martirio di don Pino Puglisi è un giorno sognato e aspettato da tanto

tempo, fin dal momento della sua morte" ha detto ancora Romeo. "Oggi -ha aggiunto- godiamo di una tappa sognata da tante persone che chiedevano il riconoscimento del martirio di don Pino e che avendolo incontrato, hanno sempre visto in lui un esempio. Questi 19 anni di attesa sono comunque un attimo davanti a questo momento che vedono Don Pino come un esempio finalmente riconosciuto e non mi ha sorpreso vedere come la notizia del riconoscimento del suo martirio è rimbalzata subito in Italia e all’estero, più di molti altri".

"Ricordo ancora che il giorno della notizia della sua uccisione -ha proseguito il cardinale- io mi trovavo in Colombia dove in pochi anni avevi ucciso 25 preti, e ne rimasi molto colpito. Don Pino ha sempre saputo coniugare l’evangelizzazione con la promozione umana, senza mai scindere questi due aspetti, ed è stato sempre un innamorato dell’uomo". L’arcivescovo ha chiarito che per la beatificazione passeranno dei mesi ma, ha detto, "nel frattempo andrò a Roma per seguire il processo più da vicino ma le

Don Puglisi_webLa beatificazione di Puglisi raccoglie il plauso di istituzioni e politici: "È una bellissima notizia che rende felice tutta la città di Palermo e tutta l’Italia – ha commentato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando – don Pino Puglisi è un martire che ha dato la sua vita in difesa degli ultimi e della legalità e che ha testimoniato con la sua intera esistenza il valore della solidarietà e dell’accoglienza. Le nuove generazioni dovrebbero prenderlo ad esempio perché è un faro nella lotta alla mafia". "La notizia riempie di gioia tutti i siciliani che hanno visto in questo sacerdote uno strenuo combattente contro la mafia", dice il governatore siciliano Raffaele Lombardo.

di Adriana Falsone in  repubblica.it, 28 giugno 2012

»»» Vedi anche:

‘Il piccolo prete che chiamò per nome i boss”  video – testimonianza di Salvo Palazzolo, repubblica.it

"Caro don Pino, vorrei…" lettera a don Puglisi

Don Puglisi presto beato in vatican insider

Annunci