NATALE: Dio entra nella nostra storia


Itinerario in otto tappe per vivere il Natale

Nel «silenzio» di una notte stellare Dio entra nella storia tramite il suo Figlio che si fa uomo, nascendo da una donna, Maria. È un evento sconvolgente ed è la notizia più sensazionale che si possa immaginare e si possa annunciare.

Una notizia sensazionale. Natale: Dio entra nella nostra storia Una notizia sensazionale. Natale: Dio entra nella nostra storia Idee per pregare per preparare e vivere il Natale Sussidi pastorali per preparare e vivere il Natale

In una situazione di sofferenza sociale, per la dominazione dei romani; di esclusione per la Sacra Famiglia, che non trova posto per pernottare; di povertà, tanto che il Bambino deve nascere in una grotta; Dio entra nella storia tramite il suo Figlio che si fa uomo, nascendo da una donna, Maria. È un evento sconvolgente ed è la notizia più sensazionale che si possa immaginare e si possa annunciare.

Eppure tutto avviene, secondo la tradizione, nel «silenzio» di una notte stellare, in un clima soffuso che avvolge ogni cosa. Nel dipinto, qui riportato, l’autrice esprime bene, attraverso l’armonia delle parti, la delicatezza e il fascino dei colori e dei disegni, l’aria che si respira, «il clima divino» che si genera da quel Bambino, che coinvolge non solo i personaggi, ma la natura stessa. È come quando si fa un’esperienza profonda e intensa del Signore: le cose e le persone sono le stesse di prima, ma acquistano un significato e una luce nuovi, in quanto si vedono con gli occhi del cuore.

Tutto si illumina ed è orientato a quel Bambino, Gesù, il Figlio di Dio, venuto a rivelare l’immenso amore del Padre per noi.

Quell’«aria di Natale» la respiriamo anche oggi. A Natale, infatti, siamo condotti a vivere più intensamente sentimenti di bontà, di pace, di amore.

Su questa scia desideriamo vivere un percorso di preghiera, non soltanto per accogliere Gesù con fede rinnovata, ma per manifestare il suo amore «ai nostri fratelli e alle nostre sorelle» con gesti di condivisione e di solidarietà. Ci lasciamo illuminare e guidare dalle cose e dai personaggi del presepe.

1. Il cielo e le stelle

Il cielo e le stelle ci richiamano la divinità dell’Emmanuele, il «Dio con noi», che è nato: egli viene dall’alto; era prima di tutte le cose e tutto è stato creato per mezzo di lui.

Dal Vangelo secondo Giovanni
In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.
Tutto è stato fatto per mezzo di lui.
In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini.
A quanti lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di Dio (1,1.3a.4.12).

Preghiera
Preghiamo: Figlio di Dio, noi crediamo in te
• Gesù, Parola di Dio Padre
• Gesù, luce e vita del mondo
• Gesù, salvezza di ogni persona
• Gesù, pieno di grazia e di verità.

>>> vai al testo completo

Annunci