Con Maria per spianare le strade al Signore


Immacolata Concezione della B.V. Maria

Nella solennità dell’8 dicembre, Maria ci viene proposta come colei che ha saputo sintonizzarsi sullo stile di Dio, scegliendo di essere serva e camminando sulle strade della piccolezza evangelica.

Letture: Gn 3,9-15.20;  Sal 97;  Ef 1,3-6.11-12;  Lc 1,26-38

La liturgia è come la Bibbia. Non ci parla per concetti, per ragionamenti complicati, ma con gli avvenimenti e i personaggi. Ed ecco Maria che ci viene proposta come colei che ha raddrizzato la strada al Signore nel modo più alto e generoso, «schiacciando la testa al serpente» in modo risoluto e definitivo.

Cosa ha fatto Maria? I Vangeli ci descrivono le azioni del suo raddrizzare le strade al Signore.

Ha detto: «Eccomi!» a Dio che la chiamava ad abbandonare i suoi progetti. Sotto l’albero del bene e del male, che ogni giorno sta sopra la nostra testa, non si è lasciata sedurre dall’apparenza che ce lo fa sembrare «buono da mangiare, gradito agli occhi, desiderabile per acquistare saggezza»; ha resistito all’illusione di essere il numero uno, di diventare come Dio. Ha riconosciuto: «Sono la serva del Signore».

Serva del Signore e quindi sorella, amica e compagna dei servi del Signore. Con il frutto proibito ancora tra i denti, Adamo punta il dito contro Eva, ed Eva cerca qualcuno contro cui puntarlo a sua volta. Maria invece corre da Elisabetta per portarle aiuto e gioia.

Il sì a Dio – non lo dimentichiamo mai – è un sì ai fratelli.

>>> vai al testo completo

Annunci