“La Parola venne su Giovanni”, viene su di me (Lc 3,1-6)


foto di E. La Rocca

«La Parola venne su Giovanni».
In cinque semplicissime parole
è racchiusa la mia vocazione.
Metto il mio nome al posto di quello del profeta,
e so che molte volte ormai
la Parola è venuta su di me, e non mi ha trovato.
Metto il mio nome, e so che
viene a cercarmi per tutti i burroni,
i colli, le valli del mio contorto cuore,
e di me non è stanca.
Metto il mio nome,
e so che posso diventare voce libera,
e granello di sabbia,
granello di misericordia e di giustizia
dentro il meccanismo di questa storia sbagliata.
So che verrà come aquila o come colomba,
verrà come forza e come consolazione,
purché io sia come Giovanni
uomo libero,
senza maschere e senza paure.
p. Ermes Ronchi, in Le ragioni della speranza, Paoline 2012

Annunci