28
Feb
13

La conversione contro le foglie (Lc 13,1-9)


3a Domenica – Tempo di Quaresima – Anno C

Gesù coglie lo spunto da alcuni fatti di cronaca per contrastare la convinzione che le disgrazie siano una punizione di Dio e invitare tutti alla conversione del cuore.

Letture: Es 3,1-8.13-15; Sal 102; 1Cor 10, 1-6.10-12; Lc 13,1-9

In questa terza domenica di quaresima, l’invito alla conversione (non come atto di una volta, ma come impegno continuo verso un livello più alto e più incisivo di fede, speranza e carità) ci viene direttamente da Gesù: “Se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo”. E’ un richiamo ripetuto due volte in maniera decisa, ma inusuale e sorprendente, perché Gesù prende spunto da due fatti di cronaca: i Galilei massacrati da Pilato nel Tempio (probabilmente dopo un tentativo di sollevazione), e diciotto persone rimaste sepolte sotto il crollo di una torre.

Non meraviglia che Gesù, chiamato a esprimere un parere sull’accaduto, approfitti per contrastare la convinzione (radicata tra gli ebrei e difficile da sradicare anche tra noi) che le disgrazie siano una punizione di Dio: “Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subito tale sorte? No, io vi dico”. Che non ci sia rapporto tra disgrazie e situazioni di peccato fa parte del suo insegnamento. Dio sarebbe ben meschino e non rassomiglierebbe per nulla a quello rivelato dalle sue parole e dal suo comportamento, se facesse crollare le case su coloro che ammazzano, rubano, spacciano e non vanno a messa. Egli non andava per le strade della Palestina distribuendo incidenti e disgrazie ai peccatori, ma donando il perdono. E sulla croce non dirà: “Padre, distruggili!”, ma: “Padre, perdonali!”.

Gli incidenti e le disgrazie, sia naturali che provocati dall’uomo, fanno parte del nostro essere creature limitate e provvisorie. E’ inutile pretendere di esserne immuni, protestando contro chi potrebbe impedirle: Dio. “Sa tutto, può tutto. Perché non fa niente?”.

Ciò che sorprende è la relazione tra conversione, strage dei Galilei, e i diciotto travolti dal crolla della torre.

Cosa c’entra la conversione con la cronaca? Se intendiamo la conversione come un fatto puramente spirituale (sarebbe meglio dire: spiritualistico) allora non c’entra niente. Se, invece, andiamo a vedere come la pensa Dio, allora c’entra e molto. Dio non chiede a Mosè preghiere e pie pratiche, ma di andare a liberare il suo popolo dalle sofferenze della schiavitù: “Ho osservato la miseria del mio popolo in Egitto e ho udito il suo grido a causa dei suoi sovrintendenti: conosco le sue sofferenze. Sono sceso per liberarlo dal potere dell’Egitto e per farlo salire da questa terra verso una terra bella e spaziosa, verso una terra dove scorrono latte e miele”.

La conversione che Gesù chiede è l’impegno a una vita che, leggendo i segni dei tempi, e valutando con sapienza la realtà, sia spesa per produrre frutti di bene, di giustizia, di pace, di solidarietà. Ai cristiani di Corinto, Paolo ricorda che agli Ebrei non era bastato essere stati “sotto la nube” ed essersi accodati a Mosè. Avrebbero dovuto seguirlo “senza mormorare” e obbedendo alle sue indicazioni.

>>> vai al testo completo

Al padrone della vigna non basta che il fico abbellisca il panorama, e faccia ombra con le sue foglie. Vuole i frutti.

Annunci

0 Responses to “La conversione contro le foglie (Lc 13,1-9)”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

febbraio: 2013
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.445 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015 Alessandro  Meluzzi, La vergogna. Un'emozione antica, Paoline 201
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 269,976 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: