02
Apr
13

Papa Francesco. Quando è il Maestro a servire le donne…


Il Papa che ci lava i piedi. Quando è il Maestro a servire le donne. Cosa significa

Il gesto di Papa Francesco è non rivoluzionario, ma biblico (Dorotee Mack, pastora valdese)…
Si è inginocchiato ai suoi piedi in un gesto potente di restituzione (suor Giuliana Galli, sociologa)

di Paola Pica, in Corriere.it

È l’unica scena che non abbiamo visto in foto, né in video, nemmeno di scorcio, nemmeno un dettaglio, una lacrima, una scarpetta, una caraffa d’acqua. Che sollievo la protezione nostra, spettatori impreparati, e loro, fanciulle rinchiuse in un carcere minorile. E poi suor Giuliana mica ha bisogno dello streaming per sapere com’è andata la prima assoluta di una femmina, anzi due, alla lavanda dei piedi di un Papa:

«Lui l’ha guardata negli occhi, le ha sorriso, l’ha accarezzata, si è inginocchiato ai suoi piedi in un gesto potente di restituzione».

Restituzione?

«Si, il Papa ha rovesciato quella scena del Vangelo dove una donna, della quale si dice sia una peccatrice, qualche giorno prima di Pasqua lava con le lacrime e asciuga con i suoi lunghi capelli i piedi di Gesù».

Ecco, per Giuliana Galli, religiosa e sociologa, una vita tra gli ultimi del Cottolengo di Torino, questa volta, nel mezzo di una stagione ancora tanto faticosa e violenta per una metà del cielo «è il Maestro a servire» le donne. Le donne tutte. Quelle stesse donne che nel Vangelo riconoscono il Risorto e si gettano ai suoi piedi. Le peccatrici accolte «senza se e senza ma». Le samaritane.

«Chi si aspettava che un Papa lavasse i piedi a una bambina musulmana?».

La domanda di suor Giuliana rimbalza nel salotto milanese di Noemi e Gheula, due donne ebree ortodosse, madre e figlia. Attendono insieme il tramonto e l’arrivo di Shabbat parlando di Francesco, di quell’ atto senza precedenti avvenuto il giorno prima a Casal del Marmo, il carcere minorile di Roma. E di quella «tenerezza», un termine femminile, un sostantivo materno e paterno, una parola calpestata, raccolta e un bel giorno riaffermata in mondovisione con tanto virile coraggio. «Quanto ci piace questo Papa» concordano.

Noemi saluta «l’amicizia mostrata dal nuovo Vescovo di Roma agli ebrei» e si augura «che lo lascino fare perché prevede – non sarà affatto facile la sua vita da Papa. Ci saranno molte sfide e molte prove, tra cui quella di restare semplice». Gheula Canaruto Nemni, 41 anni e sette figli tra i tre e 21 anni, laurea in economia in Bocconi, è autrice di «Non si può avere tutto», un romanzo sulle discese ardite e le risalite di una donna milanese con bambini da crescere, lavoro da rincorrere, Sabati da celebrare (alla fine c’è la fa, pare). «Francesco mi ricorda molto la figura del rabbino, che non si isola, non siede sul trono, sta con il suo popolo e non ha paura di “sporcarsi” le mani. Al rabbino – spiega Gheula – tocca, per esempio, di esaminare indumenti intimi femminili per capire se il ciclo é completamente finito e dunque marito e moglie possono congiungersi. Lavando i piedi alle donne non ti stai sporcando, ti stai elevando. È il farsi piccolo per tornare grande, come fa la luna, l’ astro che simboleggia il popolo ebraico».

Silvia Landra é la direttrice generale della Casa della Carità, struttura affidata a don Virginio Colmegna dall’allora cardinale di Milano Carlo Maria Martini, già grande sponsor di Bergoglio al conclave che elesse Ratzinger e vide il gesuita argentino arrivare secondo. In questa grande casa trovano riparo, affetto, cibo, vestiti, letti puliti 150 persone ogni giorno. «Uomini, ma ci sono anche le donne, spesso con loro bambini, di ogni religione e provenienza» racconta Landra, che è anche una psichiatra e si occupa tra le altre cose di detenzione femminile. «I simboli sono potenti. A Pasqua, proprio quando la Chiesa concentra tutti i suoi simboli più alti, il Papa ci parla di un Amore che contempla tutti. Non importa se siamo donne o uomini, bambini o anziani, cristiane o musulmane: l’importante è che non manchiamo».

Sono davvero tanti i f ari accesi da Francesco con un solo gesto. Forse più fuori che dentro la Chiesa si legge un segnale di apertura di Bergoglio al sacerdozio femminile. Le ragazze presenti alla lavanda dei piedi insieme ad altri dieci ragazzi, in quel momento, erano due dei 12 Apostoli. Per suor Giuliana «pur essendoci anche nella Chiesa, come nella società, una corretta richiesta di riconoscimento del ruolo delle donne che danno un contributo fondamentale e straordinario…

>>> vai all’articolo completo, in corriere.it


0 Responses to “Papa Francesco. Quando è il Maestro a servire le donne…”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


La bella notizia

Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

aprile: 2013
L M M G V S D
« Mar   Mag »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.442 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015 Alessandro  Meluzzi, La vergogna. Un'emozione antica, Paoline 201 Un sabato mattina in Piazza San Pietro In volo tra cielo e terra. Che emozione ogni volta! Che dono la creazione!
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 248,995 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: