FATTI di DIO. Percorso di fede con i ragazzi


Ripercorrendo i nuclei fondamentali del Credo, questo progetto aiuta i ragazzi a scoprire la fede come itinerario di vita e di relazione con sé stessi, con gli altri e con Dio.

Fatti di Dio - presentazione Fatti di Dio Fatti di Dio

 

Caro animatore, desideriamo proporti la sintesi e alcuni “assaggi” di un itinerario per accompagnare i tuoi ragazzi a riscoprire e ravvivare la propria fede: un cammino personale e di gruppo fatto di musica,dinamiche di gruppo, ascolto della Parola, riflessione, preghiera, azione e tanto altro. Questa proposta è tratta dal sussidio “Fatti di Dio”, che comprende una serie di schede per i ragazzi e un libretto-guida per gli animatori, corredato da un CD con percorsi musicali e varie risorse in formato pdf.

Il percorso è articolato in cinque step, ciascuno dei quali riprende i nuclei fondamentali del Credo:

– Credo in me. Obiettivo: Imparare a fidarsi

– Credo in Dio Padre. Obiettivo: Conoscere Dio da vicino

– Credo in Gesù Cristo. Obiettivo: Conoscere Gesù

– Credo nello Spirito Santo. Obiettivo: Imparare a sentire la presenza operante dello Spirito in noi

– Credo la Chiesa.  Obiettivo: Crescere nella consapevolezza di essere membra di un corpo cui è aggiunta una sezione extra: Conoscere la Bibbia, in forma di schede di apprfondimento.

Ogni singolo step o unità prevede una serie di temi, obiettivi, proposte, schede, brani musicali, modulati in cinque forme di attività:

1. Dinamiche di gruppo:

attività attraverso le quali introdursi nelle tematiche di ogni step, favorendo un clima di partecipazione e di interattività; prevedono sempre un ascolto-confronto con passi biblici. Utile in questa fase, provocare e accogliere domande forti sulla vita di fede.

Ecco un “assaggio” delle dinamiche dello step 1, tratto dalla scheda:
Io sono un dono prezioso

“… Alla scoperta dei talenti

È ora il momento di andare più in profondità, introducendo i “talenti”, doni ricevuti, da far fruttificare.
Chiedete ai ragazzi di provare a definire cos’è un talento, magari partendo dai loro hobby e focalizzando l’attenzione sulle qualità che ognuno ha. Si potrebbe stimolare la condivisione partendo dai doni degli altri per arrivare poi a quelli personali.
A questo punto fate disporre i ragazzi in cerchio e colloca al centro due cartelloni, di due diversi colori (uno per i pregi e uno per i difetti). Su alcuni post-it i ragazzi dovranno scrivere i pregi e i difetti che più li caratterizzano e dovranno poi attaccarli sui relativi cartelloni. Per facilitare la dinamica si possono porre le seguenti domande:

– Quali sono le tue qualità principali (secondo te e secondo gli altri)?
– Quali sono i tuoi difetti principali (secondo te e secondo gli altri)?
– Quali qualità ti piacerebbe avere?
– Quali talenti stimi negli altri?

Successivamente, si propone al gruppo la lettura e la riflessione della Parabola dei talenti, tratta dal Vangelo di Matteo (25,14-29), sottolineando i seguenti termini:…”

2. Lettura biblica
Strettamente connessa alle dinamiche di gruppo, alcune schede riportano, oltre alla lettura biblica, anche indicazioni operative per orientare il lavoro richiesto ai ragazzi, personalmente o in gruppo. Sono state pensate per un loro coinvolgimento immediato e un progressivo avvicinamento al testo biblico.

Un “assaggio” delle letture dello step 2, tratto dalla scheda:
Con Geremia, il Dio dell’amicizia

Dal libro di Geremia (Ger 1,4-10)

Parole di Geremia: «Mi fu rivolta questa parola del Signore: “Prima di formarti nel grembo materno, ti ho conosciuto, prima che tu uscissi alla luce, ti ho consacrato; ti ho stabilito profeta delle nazioni”. Risposi: “Ahimè, Signore Dio!

Ecco, io non so parlare, perché sono giovane”. Ma il Signore mi disse: “Non dire: “Sono giovane”. Tu andrai da tutti coloro a cui ti manderò e dirai tutto quello che io ti ordinerò. Non aver paura di fronte a loro, perché io sono con te per proteggerti”.

 

3. Percorso musicale
Ogni step prevede un approfondimento attraverso l’ascolto di tre brani, i cui testi permettono di avvicinare la tematica affrontata alla vita e alle scelte dei ragazzi.

Un “assaggio” dal percorso musicale dello step 3, tratto dalla scheda:
E tu, chi dici che io sia?

 

4. Un’esperienza da vivere

Nasce per essere una dinamica conseguente al percorso musicale. Punta ad aiutare un0interiorizzazione e concretizzazione dell’intero percorso proposto in ogni step.

Un “assaggio” di esperienza proposta nello step 4, tratto dalla scheda:

Talenti come note

5. Pregando imparo a credere

La preghiera è stata pensata per essere una sintesi orante dei contenuti proposti negli step. Può essere valorizzata per introdursi in ogni tappa, così come per concluderla. Efficace sarebbe suggerire ai ragazzi di pregarla personalmente, ogni giorno, per tutta la durata del singolo step.

Un “assaggio” di preghiera proposta nello step 5, tratto dalla scheda:
Noi, la tua Chiesa

Appendice: Conoscere la Bibbia

Una serie di schede, a cura di sr Filippa Castronovo, da utilizzare liberamente durante tutto il percorso, per conoscere e aiutare a conoscere la Bibbia, i cui temi sono:

 

1. la Parola di Dio
2. Accenni di una storia
3. Come si sono formati i libri dell’Antico Testamento
4. Come si è formato il Nuovo Testamento
5. Le abbreviazioni bibliche
6. Brevi annotazioni sui vangeli
7. La Palestina al tempo di Gesù
8. come è giunta a noi la Bibbia?

>>> vai al testo completo

Annunci