L’ottimismo: cugino di primo grado della speranza!


«Quando tutto va bene,
l’ottimismo è un lusso;
quando tutto va male è una necessità ».
Bertrand de Jouvenel

come-essere-feliciÈ del tutto naturale essere gioiosi e vivaci
quando le circostanze sono favorevoli:
come potrebbe una situazione positiva
generare un atteggiamento diverso?
Vi sono però circostanze nelle quali
tutto porta ad affliggerci a ragione.
Chi oserebbe rimproverare
a qualcuno di essere triste
in circostanze sfortunate?
Eppure è proprio nel bel mezzo della tormenta
che sarebbe opportuno aggrapparsi all’ottimismo,
come ci si aggrappa a un salvagente.
Se non ci fosse rischieremmo di affondare,
sì affondare nel pessimismo.

Beniamino__speranza_gL’ottimismo è sempre un guizzo,
la messa in campo di un’energia vitale,
un riflesso del vigore dell’anima.
Ed è proprio nelle avversità
che se ne possono scoprire
le preziose risorse:
cugino di primo grado della speranza,
l’ottimismo ci permette nel contempo
di sdrammatizzare, positivizzare e
restare forti quando tutto va male.
Come diceva molto giustamente il filosofo Alain:
«Il pessimismo
è questione di umore;
l’ottimismo di volontà».

da F. Garagnon, Terapia per l’anima, Paoline

Annunci