Il dono dell’Eucaristia. Una cosa sola con Gesù


Ogni volta che noi, convocati dallo Spirito nella comunità, presieduta dai successori degli apostoli,
illuminati dall’ascolto della Parola, animati dalla fede nel Figlio di Dio… e facciamo memoria di lui,
siamo realmente visitati dalla presenza del Signore e veniamo inseriti nel mistero della sua pasqua

eucaristia2Nella tua bontà verso di noi, o Padre,
tu hai voluto che il dono interiore dello Spirito
fosse accompagnato,
da un segno vivo ed efficace
del dono che Gesù ha fatto della propria vita
a te e ad ogni uomo.
Per questo, il giorno prima di morire sulla croce,
Gesù lavò i piedi ai suoi discepoli e,
mentre cenava con loro,
diede loro se stesso in cibo,
sotto i segni del pane e del vino,
che la sua parola onnipotente
aveva trasformato nel suo Corpo e nel suo Sangue,
comandando loro
di ripetere questo gesto in sua memoria
sino alla fine del mondo.

SANTSS~1Ogni volta che noi,
convocati dallo Spirito nella comunità,
presieduta dai successori degli apostoli,
illuminati dall’ascolto della Parola,
animati dalla fede nel Figlio di Dio
morto e risorto per noi,
obbediamo al comando di Gesù
e facciamo memoria di lui,
siamo realmente visitati
dalla presenza del Signore
e veniamo inseriti nel mistero della sua pasqua.

eucaristia - amore reciprocoNon solo possiamo contemplare la croce,
ma diventiamo una cosa sola con Gesù crocifisso.
Non solo possiamo aspirare
ad una fraternità più sincera con ogni uomo,
ma diventiamo una cosa sola con Gesù,
che di ogni uomo è fratello
e per ogni uomo ha dato la vita.
Ti rendiamo grazie, o Padre,
per tutti i doni di vita
che ci hai offerto nel Figlio tuo Gesù
e che sono compendiati nell’eucaristia.
Ti rendiamo grazie perché nell’eucaristia
tu stesso ci offri il modo di renderti grazie
come a te si conviene, nel Figlio tuo Gesù.

Cardinale Carlo Maria martini

Annunci