05
Set
13

Aprire ai pensieri di Dio (Lc 14, 25-33)


23a Domenica – Tempo Ordinario – Anno C

In questa domenica la liturgia invita a impegnarci di più ad accogliere i pensieri di Dio, cioè ad aprire la testa prima della mani, ed essere non “folla che va con Gesù”, ma diventare discepoli che lo seguono, prima con la testa, poi con le mani. 

Letture: Sap 9, 13-18; Sal 89; Fm 9b-10. 12-17; Lc 14, 25-33

“Una folla numerosa andava con Gesù”. Poteva esserne contento e orgoglioso. Invece no: “Si voltò”, e… cercò di sfoltire la folla con parole tanto dure, che la nuova traduzione della C.E.I. ha pensato bene di addolcire, sostituendo il verbo odiare (“Se uno viene a me e non odia suo padre, sua madre…, non può essere mio discepolo”) con una circonlocuzione: “Chi non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo”.
Ma, circonlocuzione o no, la drasticità della scelta che Gesù chiede per essere suoi discepoli rimane tutta. Per questo esige di pensarci bene, chiedendo ponderazione e prudenza  con le due parabole dell’uomo che vuole costruire una torre, e del re che deve decidere si affrontare la guerra.

E sì! La fede non è un abbellimento, non è come la panna che si mette sopra la torta per decorarla, dice papa Francesco. E’ scelta di vita che esige la consapevolezza profonda e il coraggio deciso, che da alcune domeniche la parola di Dio ci sta stimolando, ricordandoci che la fede è “fuoco e divisione”, “porta stretta”, “mettersi con gli ultimi”.

In questa domenica, domandiamoci:  cosa ci può aiutare a trovare la consapevolezza e il coraggio necessari per non essere “folla che va con Gesù”, ma discepoli che lo seguono?

La liturgia ci suggerisce la risposta con il libro della Sapienza: “Quale uomo può conoscere il volere di Dio? Chi può immaginare che cosa vuole il Signore? I ragionamenti dei mortali sono timidi e incerte le nostre riflessioni”.
Per avere il coraggio di seguire Gesù, accettando scelte e comportamenti ostici, antipatici, e difficili per i nostri gusti, è necessario riconoscere di essere creature limitate, incapaci di andare più in là di “ragionamenti timidi e riflessioni incerte”, e aprirsi ai pensieri di Dio, fidandosi di lui, accettando di non riuscire a comprenderli, ma da accettare sulla fiducia.

E’ illuminante l’esempio di Paolo. Nel mondo pagano la schiavitù era normale, anzi, era un segno di grandezza, perché rendere schiavi altri popoli significava averli vinti e conquistati, e averne in casa era segno di ricchezza e potenza. Paolo “vecchio e prigioniero”, accogliendo i pensieri di Dio, vede in Onesimo un fratello, e invita Filemone a considerarlo come tale. Così facendo, introduce nei pensieri umani un pensiero di Dio che a poco a poco manifesterà la sua verità e grandezza, facendo comprendere che la schiavitù è una bassezza, e una vergogna.

Veniamo a noi. Nei commenti di queste ultime domeniche ci siamo sempre esortati a un impegno maggiore nel nostro essere discepoli. Niente di nuovo in questa esortazione. Ce la facciamo da sempre, in tutte le salse, in tutte le occasioni. Ma perché, come sembra, non funziona granché? Naturalmente, prima di tutto, perché Gesù non chiede bruscolini ma pezzi di cuore, anzi: il cuore intero…

»»» vai al testo completo

Annunci

0 Responses to “Aprire ai pensieri di Dio (Lc 14, 25-33)”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


La bella notizia

  • Dal mare di Venetico Marina (ME) Un saluto e Buone vacanze, amici di FB e non... 19 hours ago

Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

settembre: 2013
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.444 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

🍳🌽🍅 Pensiero di San Bernardo scelto da don Domenico, monaco cistercense dell'Abbazia di Casamari (FR) e conduttore  su Tv2000 assieme a Virginia Conti di Quel che passa il convento... 🛒 INFO e ACQUISTO »» https://goo.gl/7YTKe6 #Paoline #paolinestore 📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 272,512 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: