Nelson Mandela e il sogno della libertà


Il 5 dicembre 2013 è morto Nelson Mandela, leader del movimento sudafricano contro la segregazione razziale, primo presidente sudafricano ad essere eletto dopo la fine dell’apartheid nel suo Paese e premio Nobel per la pace nel 1993.

Nelson Rolihlahla Mandela nasce nel villaggio di Qunu (Mvezo) il 18 luglio 1918, nella famiglia reale dei Thembu, una tribù di etnia Xhosa, che viveva in una fertile valle del Capo Orientale (Sudafrica). Fin da giovane si ribella alle leggi della propria tribù, fuggendo a Johannesburg, insieme al cugino, per non sottomettersi al matrimonio combinato per loro dalla famiglia.

Difendere la libertà e la dignità di tutti

La ricerca della libertà e la lotta contro ogni forma di oppressione e di discriminazione, da qualunque parte provengano, diventano la sua ragione di vita. Nella capitale prende visione delle durissime condizioni della popolazione nera, e si impegna politicamente per combattere contro le leggi della segregazione razziale in vigore nel suo paese. Studia legge e apre uno studio da avvocato per offrire assistenza legale alle persone di colore, in primo nel suo genere.

Anche nel carcere duro

Ben presto Mandela diviene presidente della Lega Giovanile dell’ANC (African National Congress), in un momento particolarmente difficile della storia del Sudafrica, caratterizzato dall’insurrezione della popolazione di colore contro il sistema dell’apartheid e la conseguente repressione da parte del Governo. Benché il suo impegno iniziale si ispirati alla protesta non-violenta, egli subisce arresti, vessazioni e processi infamanti; dopo l’acuirsi dello scontro sociale e la messa al bando dell’ANC partecipa alla lotta armata. Condannato all’ergastolo, vive 26 anni di detenzione nella prigione disumana di Robben Island, da dove viene rilasciato nel 1990, grazie alle pressioni di una campagna internazionale. Nonostante le condizioni della sua lunga detenzione, Mandela esce da questa drammatica esperienza senza desiderio di vendetta, anzi con una capacità di compassione e di perdono che sarà la chiave di volta per aiutare il suo paese a superere la crisi.

 

Si avvera un sogno

Ripreso, infatti, il suo impegno politico in una stagione nuova del Sudafrica, Nelson Mandela, nel giro di pochi anni, viene eletto Presidente…

 

»»» vai al testo completo

Annunci