La follia della speranza


La speranza è il bene che si spende di più
e si esaurisce di meno.
Octave Feuillet

Speranza-illuminata-dalla-Presenza - foto-Eleonora-LrDal momento in cui si comincia a sperare,
si accetta il rischio di rimanere delusi.
Di vedersi contraddetti dalla realtà.
In questo senso,
il realista fingerà di preferire di non sperare nulla
per non rimanere deluso.
E il cinico arriverà fino a dire,
quando il tempo è bello,
che non può durare.

Si tratta di sapere di chi si vuole essere alleati:
della gioia profonda, fragile ma indimenticabile;
oppure della cupa soddisfazione, fredda e sterile.

La vita dà troppo in abbondanza
perché cerchiamo di trattenere
la nostra generosità,
e forse è peccato
voler riporre la propria speranza
in un luogo sicuro.
Sì, nel nostro mondo la speranza è una follia.
Ma è una follia santa.
Che vale più della saggezza deleteria
di coloro che vorrebbero farne
un pezzo da museo
e non un impegno vivo.
E poi, proprio come altri grandi sentimenti,
la speranza si consuma soltanto se non la si usa!

François Garagnon, Il cuore dei giorni, Paoline

Annunci