Posts Tagged ‘papa bergoglio

25
Giu
14

Il tesoro nel cuore – Introduzione

Persone, parole, pensieri, riflessioni…d’ORO

Proponiamo una serie di brevi soste meditative, a partire da brani di Vangelo e riflessioni di autori spirituali, per ritrovare le vere ricchezze della vita, incominciando dalle profondità del nostro essere

ptc_00_tesoro_nel_cuore_introduzione_paoline_2014

Introduzione: un libro d’oro

“Per la Bibbia Dio è il vero tesoro,
l’oro che arricchisce la nostra vita.
Dio è il nostro vero tesoro perché ci dona
tutto ciò che ci serve per vivere.
Dio è però anche il tesoro dentro di noi.
Non è soltanto il Creatore che ha fatto il mondo intero
e lo ha permeato del suo Spirito.
Dimora anche dentro di noi.
Dio o Gesù Cristo in fondo alla nostra anima:
ecco il vero tesoro,
l’oro prezioso che portiamo in noi
e che ci ricopre d’oro”.

(Anselm Grün)

Un invito a sostare nella pace

Nello scorrere rapido dei giorni e degli impegni quotidiani è facile lasciarsi travolgere dagli eventi, dall’ansia o dalle difficoltà e perdere di vista il senso profondo di ciò che siamo. Per questo molte persone del nostro tempo anelano a trovare tempi e luoghi di “sosta”, dove:

♦ ristorare la stanchezza della mente
♦ rassicurare lo smarrimento del cuore
♦ recuperare uno sguardo di speranza, di gioia, sulla propria storia.

La rubrica “Il tesoro del cuore” è un invito a ritagliarsi brevi momenti di pausa e di silenzio, in cui:

♦ meditare alcuni brani del Vangelo
♦ leggere o ascoltare riflessioni e preghiere tratte da testi di autori spirituali che indicano come trovare le vere ricchezze della vita
♦ prendere contatto con la propria anima, col proprio vero io, là dove Dio ci parla e ci rigenera
♦ pregare personalmente per chiedere al Signore di riconoscere e far fruttificare il “tesoro (l’ORO) che è in noi

Una possibile risposta

In questo senso si propone come una modalità per accogliere l’appello, lanciato più volte da papa Francesco, a conoscere la Parola di Dio e farla penetrare nel proprio quotidiano:

boxh_vangelo_con_noi_papa_francesco_paoline_2014“Vi faccio una domanda:
prendiamo un po’ di tempo, ogni giorno,  
per ascoltare Gesù, per ascoltare la Parola di Gesù?
A casa, noi abbiamo il Vangelo?

E ogni giorno ascoltiamo Gesù nel Vangelo,
leggiamo un brano del Vangelo?
O abbiamo paura di questo, o non siamo abituati?
Ascoltare la Parola di Gesù, per nutrirci!… (continua)

»»» vai al testo completo

23
Gen
14

Comunicazione al servizio di un’autentica cultura dell’incontro

Messaggio del Papa per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali 2014

Il Messaggio per la GMCS 2014 vuole esplorare il potenziale della comunicazione, nel mondo sempre collegato e in rete, per far si che le persone siano sempre più vicine e si costruisca un mondo più giusto

zc_gmcs_comunicazione_servizio_autentico_incontro_paoline_2014

Servizio e incontro

Il Messaggio di papa Francesco per la 48a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali (1 giugno 2014) pone l’attenzione su due aspetti fondamentali della missione della Chiesa nell’era della comunicazione: il servire, come stile privilegiato di annuncio e testimonianza, che favorisce l’incontrare e l’incontrarsi, al di là di ogni possibile barriera.

«L’essere umano si esprime soprattutto nella capacità di comunicare» sottolinea la nota diffusa dalla sala stampa della Santa Sede riguardo al tema di questa Giornata. «Nella comunicazione e attraverso essa possiamo, infatti, incontrare altre persone, esprimiamo noi stessi, il nostro pensiero, quello in cui crediamo, come vorremmo vivere e, forse anche più importante, impariamo a conoscere le persone con cui siamo chiamati a vivere».

Essere autentici

«Una tale comunicazione richiede onestà, rispetto reciproco e impegno per imparare gli uni dagli altri; esige la capacità di saper dialogare rispettosamente con le verità degli altri. Spesso, infatti, quello che inizialmente potrebbe sembrare "diversità" rivela la ricchezza della nostra umanità e nella scoperta dell’altro incontriamo pure la verità del nostro essere.

In tale contesto, ciascuno di noi dovrebbe accogliere la sfida di essere autentico, testimoniando i valori in cui crede, la sua identità cristiana, il suo vissuto culturale, espressi con un nuovo linguaggio, per giungere alla condivisione».

»»» vai al testo completo

« Sfoglia e scarica »

»»» leggi alcune note sul messaggio del Papa scritte a caldo da p. Antonio Spadaro sj pubblicate nel blog CyberTeologia

27
Nov
13

La gioia del Vangelo

La Chiesa che papa Francesco sogna e propone

Nell’ Esortazione apostolica Evangelii Gaudium, papa Francesco si rivolge ai fedeli cristiani, per invitarli a una nuova tappa dell’impegno di evangelizzazione, contrassegnata dalla gioia dell’annuncio e dall’amore verso tutti

La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù.

Coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall’isolamento. Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia. (EG1)

Nella sua prima Esortazione apostolica, papa Francesco consegna alla Chiesa e al mondo il profilo della Chiesa che egli non solo sogna per il prossimo futuro, ma sta già disegnando con il suo stile e con il suoi gesti, prima ancora delle sue parole.

L’Evangelii Gaudium è un documento straordinario, ma più che un testo scritto, si propone come un “colloquio”, un dialogo aperto a tutti, credenti e non credenti, o fedeli di altre religioni, dove espone in modo semplice e profondo un vero concentrato della sua visione sulle riforme necessarie, sia per la comunità ecclesiale nel suo insieme che per gli operatori di pastorale nello specifico, e sulla condizione dell’umanità nel contesto economica e culturale del mondo contemporaneo.

 

Una Chiesa che sa “uscire” da sé per andare verso tutti

La riflessione di papa Bergoglio raccoglie le proposte emerse nel Sinodo sulla Nuova Evangelizzazione, ma spazia anche su molti documenti scaturiti dagli incontri delle Conferenze episcopali dei vari continenti, cui attribuisce una notevole importanza, e richiama esplicitamente l’eredità del Concilio Vaticano II. Il suo intento è quello di: “proporre alcune linee che possano incoraggiare e orientare in tutta la Chiesa una nuova tappa evangelizzatrice, piena di fervore e dinamismo”.

In questo quadro, e in base alla dottrina della Costituzione dogmatica Lumen Gentium, egli si sofferma su alcuni questioni di capitale importanza per l’efficacia della nuova evangelizzazione:

  • La riforma della Chiesa, che definisce “in uscita missionaria”.
  • Le tentazioni tipiche degli operatori pastorali.
  • La Chiesa intesa come la totalità del Popolo di Dio che è chiamato ad evangelizzare.
  • L’omelia e la sua preparazione.
  • L’inclusione sociale dei poveri.
  • La pace e il dialogo sociale.
  • Le motivazioni spirituali per l’impegno missionario.

La “mappa” della nuova evangelizzazione

Il testo si compone di una introduzione, che approfondisce il tema della gioia nelle Scritture e nell’annuncio missionario, e di cinque capitoli, dove:

  • affronta le principali problematiche interne ed esterne alla comunità dei fedeli, che ostacolano la testimonianza gioiosa del Cristo Risorto,
  • scava le cause remote, insite nelle sottili e pervasive tentazioni che devitalizzano le relazioni e inaridiscono il cuore
  • indica i rimedi e le prospettive di cammino verso quella fraternità mistica, gioiosa, solidale, che si fa segno eloquente della misericordia, tema evangelico centrale da comunicare al mondo e virtù principale, che assomma tutte la altre, senza la quale non è possibile la nuova evangelizzazione
  • richiama al primato della vita della grazia nello Spirito e alle motivazioni profonde che devono animare gli annunciatori del Vangelo di frinte alle questioni sociali del nostro tempo

Questa è la struttura:

Introduzione
Capitolo I. La trasformazione missionaria della Chiesa
Capitolo II. Nella crisi dell’impegno comunitario
Capitolo III. L’annuncio del Vangelo
Capitolo IV. La dimensione sociale
Capitolo V. Evangelizzatori con Spirito
Capitolo VI. Maria, la madre dell’evangelizzazione

Una Chiesa che sa dire “no”!

Nel sogno di papa Francesco, la Chiesa che si lascia trasformare dalla gioia del Vangelo è un popolo in cammino, che si impegna ad uscire sulle strade e le periferie del mondo di oggi, denunciando innanzitutto la mentalità e le strutture sociali che opprimono le persone, in particolare i più deboli. Per questo dice:

♦ No a un’economia dell’esclusione [53-54]

No alla nuova idolatria del denaro [55-56]

No a un denaro che governa invece di servire [57-58]

No all’inequità che genera violenza [59-60]

In secondo luogo è una comunità “materna”, una casa aperta e ospitale, capace di rispondere:

alla sfida di una spiritualità missionaria (78-80)

Si alle relazioni nuove generate da Gesù Cristo (87-92)

Non lasciamoci derubare

Per questo è indispensabile superare le tentazioni del ripiegamento, della demotivazione, dell’indifferenza e aprirsi alla novità dello Spirito, eliminando gli ostacoli a una testimonianza autentica della carità. Come nelle lettere alle Chiese, indirizzate da Cristo ai credenti nel libro dell’Apocalisse, anche papa Bergoglio rivolge un forte monito agli operatori di pastorale, affinché si scuotano da situazioni di compromesso o dimbiguità e non si lascino “derubare” dei tesori veri, quelli del Regno…

»»» vai al testo completo

23
Set
13

Tre grandi “giornate” con Papa Francesco

Per accompagnare l’Anno della Fede verso la sua conclusione

Tre grandi “Giornate” con Papa Francesco accompagnano l’Anno della Fede verso la sua conclusione, prevista il 24 novembre 2013: la Giornata dei Catechisti, la Giornata Mariana e la Giornata della Famiglia. Le Paoline partecipano a questi eventi con delle proposte significative.

 

 

Le Tre grandi giornate

Il catechista, testimone della fede
Giornata dei Catechisti

La Giornata dei Catechisti è caratterizzata da due importanti momenti: Il Congresso Internazionale di Catechesi, dal titolo Il catechista, testimone della fede, che si  svolge nell’Aula Paolo VI dal 26 al 28 settembre, e il Pellegrinaggio dei Catechisti alla tomba dell’apostolo Pietro, previsto il 28 settembre e che si conclude il giorno seguente in piazza San Pietro con la Santa Messa, celebrata dal Pontefice….

 

“Beata perché hai creduto!”
Giornata Mariana

La Giornata Mariana è prevista, invece, il 12 ottobre, giorno in cui si celebra l’anniversario dell’ultima apparizione della Madonna a Fatima e ha per tema “Beata perché hai creduto!”.

L’evento vede la presenza delle tante associazioni di spiritualità mariana e, per l’occasione, viene portata a Roma la statua originale della Madonna di Fatima….

Famiglia, vivi la gioia della fede!
Giornata della Famiglia

Infine la Giornata della Famiglia, dal titolo Famiglia, vivi la gioia della fede!, che si sviluppa nei giorni 26 e 27 ottobre.

Il 26, famiglie di tutto il mondo si ritrovano a piazza del Popolo per poi raggiungere piazza San Pietro. Qui, come per i due primi grandi eventi, il giorno seguente viene celebrata dal Santo Padre la messa.

Il pellegrinaggio è un’opportunità di condivisione gioiosa per le famiglie che, accompagnate anche dai figli e dai nonni, possono testimoniare la loro fede sulla Tomba di San Pietro, primo confessore di Cristo….

 

La partecipazione delle Paoline

Segui le proposte per ogni eventoA questi grandi appuntamenti le Paoline partecipano, facendo innanzitutto parlare, come sempre, le proprie pubblicazioni, che possono diventare compagne di viaggio per i pellegrini – catechisti, famiglie, appartenenti a gruppi mariani.
Tra le tante, dedicate ai grandi temi della famiglia, della spiritualità mariana e della catechesi, tre – una per tema – sembrano particolarmente adatte ad accompagnare i pellegrini che fisicamente, o anche con il cuore e la fede, saranno nella Città Eterna nei prossimi mesi.
Per l’occasione per ogni pubblicazione acquistata attraverso la libreria online, viene dato in omaggio un altro testo. Segui la proposta!

»»» vai al testo completo

26
Ago
13

Varcare la porta della fede, di Papa Francesco (Lc 13,22-30)

Gesù ci dice che c’è una porta che ci fa entrare nella famiglia di Dio, nel calore della casa di Dio, della comunione con Lui. Questa porta è Gesù stesso (cfr Gv 10,9).

narrow door 2Gesù è la porta.
Lui è il passaggio per la salvezza.
Lui ci conduce al Padre.
E la porta che è Gesù non è mai chiusa,
questa porta non è mai chiusa,
è aperta sempre e a tutti, senza distinzione,
senza esclusioni, senza privilegi.
Perché, sapete, Gesù non esclude nessuno.
Qualcuno di voi forse potrà dirmi:
“Ma, Padre, sicuramente io sono escluso, perché sono un gran peccatore:
ho fatto cose brutte, ne ho fatte tante, nella vita”.
No, non sei escluso!
Precisamente per questo sei il preferito,
perché Gesù preferisce il peccatore,
sempre, per perdonarlo, per amarlo.
Gesù ti sta aspettando per abbracciarti, per perdonarti.
Non avere paura: Lui ti aspetta.
Animati, fatti coraggio per entrare per la sua porta.

enciclica_papa_francesco_01_150_paroleTutti sono invitati a varcare questa porta,
a varcare la porta della fede, ad entrare nella sua vita,
e a farlo entrare nella nostra vita,
perché Lui la trasformi, la rinnovi, le doni gioia piena e duratura.

Al giorno d’oggi passiamo davanti a tante porte
che invitano ad entrare promettendo una felicità
che poi noi ci accorgiamo che dura un istante soltanto,
che si esaurisce in se stessa e non ha futuro.
Ma io vi domando:
noi per quale porta vogliamo entrare?
E chi vogliamo far entrare per la porta della nostra vita?
Vorrei dire con forza:
non abbiamo paura di varcare la porta della fede in Gesù,
di lasciarlo entrare sempre di più nella nostra vita,
di uscire dai nostri egoismi, dalle nostre chiusure,
dalle nostre indifferenze verso gli altri.
Perché Gesù illumina la nostra vita
con una luce che non si spegne più.
Non è un fuoco d’artificio, non è un flash!
No, è una luce tranquilla che dura sempre e ci da pace.
Così è la luce che incontriamo se entriamo per la porta di Gesù.

Roma, 03-04-2013.
L'Udienza Generale del mercoledì presieduta da Sua Santita' Papa Francesco alla presenza di una delegazione di giovani della diocesi di Milano accompagnati dai Cardinali Angelo Scola e Dionigi Tettamanzi.Certo quella di Gesù è una porta stretta,
non perché sia una sala di tortura.
No, non per quello!
Ma perché ci chiede di aprire il nostro cuore a Lui,
di riconoscerci peccatori, bisognosi della sua salvezza,
del suo perdono, del suo amore,
di avere l’umiltà di accogliere la sua misericordia
e farci rinnovare da Lui.

Papa Francesco, Angelus, 25 agosto 2013

22
Lug
13

GMG 2013. Tutti a Rio con un click!

Start! Tutti a Rio attiva il primo link! 23 luglio: Un cammino tutto da vivere Un cammino tutto da vivere Sete di speranza, sete di Dio Una via per la felicità Varcando la porta della fede Una Parola disturbante Missionari...andate! Tutti a Rio a costo zero!_ Itinerario
  «Andate e fate discepoli tutti i popoli» Mt 28,19
 

Si parte carissimi amici!!!

Un click ci unisce al Brasile, ai giovani di tutto il mondo che incontreranno Papa Francesco, all’entusiasmo di una fede condivisa e confermata, alla testimonianza gioiosa di Gesù Cristo che in questi giorni esploderà anche nella rete.
E noi, con voi ci saremo!
 
Vi proponiamo un percorso quotidiano da vivere insieme, nel web, dal 22 al 28 luglio.
Ogni giorno preghiera, riflessioni, collegamenti con il Brasile, video-catechesi, condivisione e un’importante esperienza di evangelizzazione nel web da vivere insieme.
Cliccando sui titoletti attivi sarai riportato ai contenuti corrispondenti, aggiornati in tempo reale.
Seguici passo dopo passo!
 

Un cammino tutto da vivere

Tutti in cammino, pellegrini! Il viaggio della fede ha bisogno di noi per iniziare
ore 8.30:  In pellegrinaggio – la preghiera del giorno
ore 10.30: Il volto nuovo della Chiesa brasiliana – video testimonianze dei fondatori di nuove comunità
ore 15.00: Italia chiama Brasile – collegamento streaming su Cantalavita e Pope-up
ore 17.00: Musica e fede per una fede a prova di storia
ore 19.00: Passi nella fede: catechesi in streaming
 
 

25 Luglio – speciale EVANGELIZZAZIONE!
Oltre al consueto programma è prevista

dalle 21.00 alle 24.00
l’evangelizzazione online
Chi lo desidera potrà essere con noi un evangelizzatore.

Il come e i dettagli per la partecipaziione  
 

Seguici sui nostri social
in tempo reale potrai condividere, scaricare, commentare i nostri post-it, le foto, la preghiera, le catechesi e quanto lo Spirito ci suggerirà.
Su facebook:

I nostri siti:
 
 
 

Per informazioni:

suor Mariangela Tassielli, fsp m.tassielli@paoline.it
>>> seguici giorno per giorno nella rubrica

29
Mag
13

Francesco incontra Francesco. Una chiacchierata tra vecchi amici!

Incontro di mons Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento, con Papa Francesco in occasione della visita ad limina dei Vescovi della Sicilia.

01790 20052013

A guardarla è un po’ bruttina quella scatola azzurra che, don Giuseppe Calandra, segretario del nostro arcivescovo, custodisce gelosamente.
Non se ne stacca un momento neanche nell’attimo in cui i fotografi ufficiali dell’incontro scattano la fotografia che per sempre ricorderà, a chi vi è ritratto, questo momento della loro vita.
Prima che si sieda a discutere con gli altri vescovi il Santo Padre riceve dalle mani del nostro arcivescovo quella scatola di legno, squadrata e semplice, che al suo interno accoglie una croce e la scritta “fede, speranza e carità per ricominciare dalle macerie di cui questa croce è simbolo e segno. A Papa Francesco dal cuore del Mediterraneo con affetto”. Francesco incontra Francesco2
È il dono che la comunità ecclesiale di Lampedusa insieme a tutta la chiesa agrigentina ha voluto che, il nostro arcivescovo, portasse al santo Padre.
Una croce realizzata con il legno dei barconi dei migranti che giungono sulle nostre coste nella speranza di un futuro migliore dopo avere attraversato quel mare Mediterraneo che per alcuni è diventato la loro tomba.
“spero la conservi – ci ha detto mons. Montenegro – se non altro ha capito il significato di questo gesto”.

“È stata una chiacchierata tra vecchi amici!”

Francesco incontra Francesco. Una” chiacchierata tra vecchi amici!””

Si può riassumere con queste parole pronunciate da mons. Francesco Montenegro, alla trasmissione Carta Vetrata di Radio diocesana Concordia (guarda il video), il clima dell’incontro tra i vescovi della Sicilia con Papa Francesco.
Suddivisi in due gruppi, Sicilia orientale e Sicilia occidentale, i presuli siciliani si sono recati in Vaticano per la visita ad limina in programma lunedì 20 maggio.
Ma cos’è la visita ad limina? Con l’espressione visita ad limina (ad limina apostolorum) si indica l’incontro che, ogni cinque anni, i vescovi di tutto il mondo hanno in Vaticano con il Papa per illustrare quali siano le particolarità che contraddistinguono la loro Regione ecclesiastica dal punto di vista religioso, sociale e culturale, quali siano i nodi maggiormente problematici dal punto di vista pastorale e culturale e come interviene la Chiesa “particolare” su questi problemi.
Se il gruppo dei vescovi della Sicilia orientale è stato accolto nel palazzo apostolico diversamente è accaduto per il gruppo dei vescovi della Sicilia occidentale, i quali, come ha raccontato lo stesso mons. Montenegro, sono stati accolti nello studio del Papa nella sua attuale residenza, la Domus Sanctae Marthae.

Un emozionato mons. Montenegro, e chi non lo sarebbe al suo posto, ha raccontato di come Papa Francesco abbia “voluto sapere delle nostre diocesi, ci ha fatto qualche domanda, gli abbiamo presentato le nostre singole realtà religiose, sociali e lui si è dimostrato molto interessato. Assieme a mons. Mogavero (vescovo della diocesi di Mazara del Vallo, ndr) – ha proseguito mons. Montenegro – abbiamo parlato della situazione dell’immigrazione e il santo Padre è rimasto molto colpito dalle notizie che gli abbiamo comunicato”.

Marilisa Della Monica, in  L’amico del Popolo, 27 maggio 2013




Festa dell’accoglienza: il granello di senape

Inizio anno catechistico-pastorale

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Banco editoriale Paoline

Miglioriamo la QUALITA' della vita...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al blog "La Bella Notizia" e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.445 follower

Immagine & Parola AVVENTO anno B

AVVENTO anno B

da Instagram

📖 🔥 🔥 Una #catechesi completa sullo #SpiritoSanto, con applicazioni pastorali attuali e aderenti alle esperienze dei #giovani, ma non soltanto. Sono spiegati i #simboli che lo raffigurano, i riferimenti all’Antico e al Nuovo Testamento, la sua azione nella #Chiesa... #Pentecoste #paoline #paolinestore - http://www.paolinestore.it/shop/lo-spirito-santo-5935.html 🎧 Per la #canonizzazione dei #pastorelli di #Fatima, Francesco e Giacinta (13 maggio 2017), proponiamo uno sceneggiato radiofonico a puntate, ogni mattina dal 6 al 12 maggio per ricordarli 👍 👂http://www.paoline.it/blog/spiritualita/1663-i-100-anni-di-fatima-una-storia-da-ascoltare.html#ascoltafatima Tonino Lasconi, Il grande rompi 2, Paoline  2015 Alessandro  Meluzzi, La vergogna. Un'emozione antica, Paoline 201
Follow La Bella Notizia on WordPress.com

Archivio

Statistiche

  • 269,993 hits

Blog che seguo


rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

La Bella Notizia

"io so in chi ho messo la mia speranza"

Vogue Pills Fashion

By Nayla C - fashion - beauty - lifestyle

"Semplicemente insieme" lucetta ed elena

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Un blog per osservare l'Apocalisse del presente e il presente dell'Apocalisse

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

il BLOG di ScegliGesù.com

è il momento di prendere una posizione!

Un mondo a parte

il mondo smette di sorridere...quando tu non sorridi più...

Racconti di Laura

Carezze per l'anima

Seme di salute

per la buona salute e la buona novella

GLOBULI ROSSI COMPANY

Compagnia dei Globuli Rossi: SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO: - "Portate i pesi gli uni degli altri" (Fil 2,4) - “Va' e anche tu fa' lo stesso”. (Lc 10,37)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: